Visita del Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale della Guardia di Finanza

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giovedì, ore 08:16

Il Generale di Corpo d’armata Riccardo Piccinni ai reparti di Bari, Putignano, Altamura e Mola di Bari 

Due giorni di incontri con il personale e di analisi del lavoro da fare nell’attuale contesto pugliese: questo è il contenuto delle visite che il Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale – Generale di Corpo d’Armata Riccardo Piccinni – ha effettuato presso il Reparto Operativo Aeronavale e la Sezione Aerea di Bari – Palese, spostandosi poi nelle Tenenze di Putignano, Mola di Bari ed Altamura, per finire con il Reparto Tecnico Logistico Amministrativo di Bari.

La presa di contatto con i Comandanti del dispositivo aeronavale è servita all’Alto Ufficiale per sottolineare l’importanza dell’azione di contrasto ai traffici internazionali di sostanze stupefacenti, di tabacchi lavorati esteri e di migranti in fuga dai Paesi del Medioriente, poiché la Puglia è una regione di frontiera esposta da sempre al rischio di diventare una testa di ponte per le organizzazioni criminali che controllano il contrabbando di merci e di immigrati lungo la rotta balcanica. Per questo, bisogna mantenere alta la guardia e rafforzare la cooperazione interna ed internazionale, ossia da un lato le sinergie con le unità di intelligence ed investigative con i Reparti territoriali e dall’altro lato gli scambi di informazioni con i Paesi di partenza e di transito dei flussi clandestini.

Da parte loro, le Tenenze di Putignano, Altamura e Mola di Bari hanno illustrato uno spaccato significativo di verifiche fiscali ed indagini antifrode, di controlli del territorio ed incroci di banche dati che sono alla base della ricerca, della scoperta e della repressione di fenomeni molto dannosi per l’economia locale, che abbracciano non soltanto l’evasione fiscale ed il lavoro nero, ma anche il caporalato e lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura, la criminalità dei “colletti bianchi” per appalti irregolari e truffe di finanziamenti pubblici, nonché l’“agromafia” ed il riciclaggio di capitali sporchi.

Da ultimo, il Generale Piccinni ha rivolto al Reparto Tecnico Logistico Amministrativo pugliese l’incoraggiamento a proseguire l’importante opera di supporto e sostegno al buon funzionamento dei 61 Comandi territoriali, dando l’esempio di una Pubblica Amministrazione efficiente e moderna, rispettosa delle regole e delle buone prassi.

Il Gen. C.A. Piccinni, nel corso degli incontri, ha rivolto parole di apprezzamento per il lavoro svolto e di incoraggiamento a proseguire sulla strada intrapresa, affrontando i temi più importanti delle strategie operative e fornendo ulteriori indicazioni per migliorare qualità e concretezza dei risultati investigativi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.