Le parole sacre dell’IISS “Luigi Russo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mercoledì, ore 21:34

Premiate alla Festa dei Lettori 2015

Durante la Festa dei Lettori del 25 settembre, organizzata dal Presidio del Libro di Monopoli, gli alunni della II A e II B indirizzo “Manutenzione e Assistenza Tecnica” dell’IPSIAM “San Francesco da Paola” – IISS “Luigi Russo” hanno cercato di trovare delle parole che per loro fossero da considerarsi “sacre”. Una mattinata passata tra giochi e letture in riva al mare, riflettendo sulla terra come casa di tutti e per tutti, una terra maltrattata, che rischia di soccombere sotto il piede del nostro egoismo e della nostra avidità. Ma se Diritto, Libertà, Vita, Lavoro sono alcune delle parole sacre per i ragazzi, Speranza è sicuramente la parola preferita. Una partita a palla prigioniera, gioco ribattezzato per l’occasione “Terra prigioniera” e la lettura di alcuni passi di un libro “Il viaggio della speranza” di Patrizia Marzocchi e di alcune poesie del poeta turco Nazim Hikmet sono stati gli elementi della nostra Festa dei Lettori.

Le parole sacre individuate dai giovani lettori sono state scritte sulla sabbia, quasi a sottolineare quanto sia facile che vengano spazzate via dal vento della superficialità e della noncuranza umana. Sebbene sia inevitabile che una folata di vento, le onde del mare o il piede distratto di un uomo le possano cancellare, è importante continuare a credere nella sacralità di queste parole e conservare la speranza che di generazione in generazione continuino ad avere un valore.

La sera del 16 ottobre nella biblioteca dei ragazzi il video di questa esperienza realizzato dagli alunni della IV B del Liceo artistico “Luigi Russo” indirizzo “Audiovisivo e Multimediale” è stato premiato con la seguente motivazione: “le parole sacre scelte da questi alunni sono allusivamente incise sulla sabbia, ma allo stesso tempo profondamente evidenziate, quasi scolpite. Per questi alunni la nostra terra, sfruttata e minacciata può collassare, quasi sparire, fino a che un giovane insuffla in essa nuova linfa e la speranza le ridà nuova vita. Il video lancia un messaggio orientato alla positività di uomini e donne di buona volontà e il mare suggerisce con le sue onde l’eterno ritorno della vita”. Interpretazione perfetta!

Prof.ssa Laura Turi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.