Mercoledì, ore 22:23

 

A Taranto l’Ap Monopoli nonostante la sconfitta 81 a 76 patita al termine di un tempo supplementare, esce a testa alta consapevole che nel corso del campionato potrà dire la sua. Una partita che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino alle ultime azioni dell’overtime.

Al Palafiom contro l’Anspi S. Rita coach Morè schiera Mazzotta (27), Allegretti (14), Gioiello (2), Masi (16) e Brunetti (13). I primi due quarti sono stati di sostanziale equilibro (12-14, 35-33), ma la concreta e continua presenza di Walter Masi sia in difesa che in attacco e le bombe di Frank Mazzotta sostenuti da un quintetto aggressivo e determinato hanno portato la squadra in vantaggio chiudendo il terzo quarto con un punteggio di 48 a 54. Nell’ultimo periodo la squadra di coach Mineo non ci sta e reagisce con capitan Sarli e Serpentino che trascinano la S. Rita al vantaggio (65-63), ma l’Ap risponde colpo su colpo prima con tre punti del capitano Toni Allegretti e poi con il solito Mazzotta che segna le due triple del vantaggio a pochi secondi dalla fine. Coach Mineo chiama time out e disegna lo schema per l’ultimo possesso, nel frattempo Morè  organizza la difesa orientata all’aggressività e fallo sistematico per non concedere un facile tiro da tre agli avversari. Ma nell’ultima azione va tutto bene alla S. Rita, la difesa monopolitana non riesce ad impedire il passaggio a Sarli che segna il canestro del pareggio. Complice la rabbia per non aver chiuso la gara nei tempi regolamentari l’AP perde lucidità e concentrazione nel tempo supplementare non riuscendo ad applicarsi con la stessa caparbietà con cui sono stati giocati i tempi regolamentari. L’Ap esce sconfitta ma non battuta, considerata l’intensità della gara e non avendo a disposizione tutti i giocatori: Marco Gentile per squalifica e Gaetano Di Mola per infortunio, assenti anche nella prossima giornata.

Queste tre gare, mostrano l’ostinatezza e la forza dei giocatori monopolitani che non si perdono d’animo nonostante le assenze e il calendario sfavorevole con due gare su tre fuori casa.

L’esordio del capitano Toni Allegretti «non è stato dei migliori vista la sconfitta. È stato un peccato aver perso questa gara perché l’abbiamo condotta per lunghi tratti, sicuramente abbiamo pagato qualche errore difensivo di troppo e alcune scelte affrettate in attacco. Per fortuna il campionato è appena iniziato e, con l’ottimo gruppo di giocatori, obiettivo comune sono sempre i play off. È importare avere tutti a disposizione e riuscire a giocare insieme, cosa che purtroppo in queste giornate non ci è stato possibile a causa degli infortuni e delle squalifiche».

La quarta di andata vede giocare l’Ap contro l’Angiulli Bari di coach Lele Zotti, una squadra molto giovane guidata dal veterano Goran Vukovic.

Palla a due in via G. La Pira al Pala Ipsiam alle 18.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.