Mercoledì, ore 15:23

Il Sindaco di Monopoli Emilio Romani interviene sulla realizzazione della struttura

«Ci attiveremo in due direzioni. Da un lato porteremo in Consiglio Comunale la variante urbanistica per consentire la realizzazione dell’intervento e dall’altro coinvolgeremo le associazioni, i comitati e i cittadini affinché il percorso per la realizzazione del nuovo ospedale di contrada Lamalunga sia partecipato. In ogni caso, è necessario che siano previste delle opere di urbanizzazione necessarie per rendere facilmente accessibile la struttura per chi arriva dalla statale 16». Lo afferma il Sindaco di Monopoli Emilio Romani all’indomani della riunione convocata dall’assessore regionale ai Lavori Pubblici Giovanni Giannini alla quale hanno partecipato la Asl Bari, il Comune di Monopoli, la Sovrintendenza archeologica, gli uffici regionali e il gruppo di progettazione, al fine di fare il punto sulla realizzazione del nuovo ospedale.

«La prossima settimana il gruppo di progettazione depositerà il progetto preliminare che sarà sottoposto alla verifica di tutti gli enti che dovranno rilasciare i pareri previsti dalla legge. Nel frattempo, dopo aver aperto un confronto pubblico, sarà il Consiglio Comunale di Monopoli a decidere»,evidenzia Romani. Che prosegue: «La novità è che agli 80 milioni di euro di finanziamento del Cipe se ne sono aggiunti ulteriori 30 per il completamento funzionale dell’opera. Ma secondo noi non basta visto che occorre rendere la struttura facilmente raggiungibile. Abbiamo chiesto che nel progetto sia considerata anche la viabilità di servizio della struttura ospedaliera (strade e un servizio pubblico di trasporto da e per l’ospedale) per la quale occorrono 9 milioni di euro (compresi gli espropri)».

«Proprio sulle opere infrastrutturali a breve sarà firmato un protocollo d’intesa circa il reperimento dei fondi affinché si arrivi in Consiglio Comunale con la garanzia che ci sono le risorse per la realizzazione delle urbanizzazioni necessarie», conclude il Sindaco di Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.