Tribal Elecktro Melody, una serata a tema tribale al Ganesh

11953013_160172537653118_2175764891062620264_nSabato, ore 14:55

E’ stata rinviata a data da destinarsi

E’ stata rinviata a data da destinarsi una serata a tema tribale improntata alla (ri)scoperta dell’arte in tutte le sue forme, quella che era in programma per sabato 12 settembre 2015 presso l’etnica cornice offerta dal Ganesh Loungebar di via La Marmora 167 a Massafra dalle ore 21, organizzata per rilanciare il progetto Tribal Elecktro Melody.

Musica e street art si fonderanno tra loro in un evento inedito mai realizzato prima d’ora, che nasce dalla necessità di ampliare l’ offerta musicale ad ambienti e categorie di pubblico differenti; musica di qualità, dal noto all’inedito, rientra in disparati progetti per eventi che permettono di creare una selezione da proporre al locale, in maniera tale da accontentare le esigenze di molti (per info, inviare un messaggio al 324/7939569 oppure scrivere a florysevents@gmail.com).

Saranno presenti due percussionisti, Sal F. Anichini e Ciro Manisi con le loro percussioni (costruite artigianalmente da Sal F. Anichini), che suoneranno insieme per la prima volta, Antonio Portararo dj ed il giocoliere Stefano Purcaro.

 

Le sfumature della musica e dell’arte saranno così messe a confronto, formando un connubio indissolubile che avvicina non soltanto giovani, ma anche famiglie con bambini perché per la musica e l’arte non c’è età: entrambe fanno emergere il peter pan che è in noi oppure al contrario ci fanno catapultare avanti negli anni e raccogliere quell’esperienza ancora da maturare.

 

CHI E’ Sal F. Anichini 
Nasce ad Okara il 21/1/1986 ed è di origini pakistane. Inizia la sua carriera artistica nel 1993 con lo studio del violino classico a Firenze. Nel 1995 passa ad un altro strumento a corda: la viola, sempre della famiglia dei violini ma di dimensioni piu’ grandi e dal suono più caldo ed intenso. Passa molti anni a comporre musica classica e manda avanti il trio Okara. Nel 1999 si avvicina ad un altra passione quella per le percussioni etniche e nello specifico il Djimbe, strumento africano; passione che lo porta alla conoscenza del maestro senegalese: Maisa’ Ndjae e della cultura africana. Nel 2004 Saleem comincia una collaborazione con un progetto di musica trans goa una fusione magica creata dallo strumento etnico e dal tribale Didgeredoo suonato da Antonio Luparelli. Nel 2006 la partecipazione ai concerti del gruppo salentino Almoraima lo riportano completamente alle sue origini, con sonorità Arabo Andaluse. Di qui Saleem comincia a comporre molta musica elettronica, spaziando dalla musica orientale meditativa a suoni del tutto originali e crea un progetto di musica tribale inedita con il batterista Francesco Giungato (maestro zen).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.