Frecciarossa Milano-Bari. È subito polemica

Venerdì, ore 10:18

“Ribellione” del Salento

All’indomani del periodo sperimentale, Trenitalia ha previsto che il treno Frecciarossa collegherà la città di Milano a Bari in 6 ore e 30 circa, suscitando le rimostranze del Salento che, come il resto del territorio pugliese, si sentirebbe tagliato fuori.

La notizia fa subito scalpore: anche i pendolari monopolitani, che avevano riposto notevoli speranze nel fatto che il Frecciarossa potesse fermare a Monopoli, sono naturalmente delusi da questa decisione.

Ad intervenire sulla vicenda è il consigliere regionale del M5S, Mario Conca: “Lecce, Brindisi e Taranto – bisognerebbe ricordarlo al management dell’azienda, al Governo, e d’ora in avanti speriamo di non doverlo ribadire di continuo al Presidente Emiliano  – sono parte essenziale di questa regione. Tra vocazione turistica, culturale, industriale, trasportistica, il Salento inteso nella sua accezione più ampia non è “Terra di nessuno”, una sorta di area ostinatamente occupata da cittadini che dovrebbero rassegnarsi all’isolamento.

“La decisione di Trenitalia di istituire dal 20 settembre due Frecciarossa che percorreranno la tratta Milano – Bari, e ritorno, tagliando fuori di fatto Lecce, Brindisi e Taranto, non è scelta che si limita a provocare generici “disagi”. Emiliano non consideri positive generiche rassicurazioni, e prema concretamente su Renzi per assicurare l’arrivo dei Frecciarossa fino a Lecce (con inevitabili benefici per Brindisi e Taranto). Siamo pronti – conclude il consigliere del M5S – a mobilitare Movimento e delegazione parlamentare. L’Italia finisce a Lampedusa: chi pensa termini a Bari faccia un ripasso di geografia e abbia più rispetto per tutti i pugliesi”.

639 Visite totali, 1 visite odierne

Redazione The Monopoli Times

“The Monopoli Times, la nuova frontiera dell’informazione” – www.monopolitimes.com

Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33