Lunedì, ore 16:51

Si attende un sit-in di protesta “colorito” a Palazzo di Città. Le richieste avanzate dai residenti

Si prospetta abbastanza “colorito” – come precisato anche dagli stessi organizzatori – il sit-in di protesta in programma per domattina (25 agosto 2015) dalle ore 10 a Palazzo di Città, indetto dal Comitato dei Residenti del Centro Storico e di via Procaccia contro la movida “selvaggia”.

A destare le ire dei residenti, infatti, sarebbe l’ordinanza sindacale n° 333 emessa il 10 agosto scorso dal Sindaco del Comune di Monopoli, Ing. Emilio Romani per integrare un’altra ordinanza (la famosa n° 324 del 5 agosto 2015) che invece aveva destato il disappunto del comitato #savemovidamonopoli.

“Il diritto al riposo:  questa è stata la nostra principale richiesta – spiega il prof. Angelo Giangrande, che si fa portavoce delle istanze di alcuni residenti – Non abbiamo mai chiesto che Monopoli diventasse la città del “Silenzio”. Noi proponiamo di puntare sul turismo di qualità e culturale che dura tutto l’anno come hanno fatto intelligentemente moltissime altre città!  E noi ne abbiamo le risorse!”.

Con queste prerogative, il Comitato chiede al Primo Cittadino:

  • il potenziamento delle pattuglie della Polizia Locale nella misura di n. 4 ( n. di 2 nel Centro Storico e n. di 2 nella via Procaccia e zone limitrofe) nei fine settimana (venerdì,sabato e domenica) perché vigilino fino alle ore 5 e sanzionino senza indugi le eventuali infrazioni. Negli altri giorni le pattuglie siano in n. di 1 per ciascuna delle due zone;
  • ogni pattuglia sia dotata di adeguata strumentazione fonometrica perché possa valutare che il livello delle emissioni sonore sia compatibile con quanto stabilito dall’art. 3, commi 2 e 3 dalla Legge Regionale n.3 del 12.2.2002;
  • fino alle ore 5 una unità di Polizia Locale sia presente in ufficio per ricevere e trasmettere alle pattuglie le eventuali infrazioni comunicate dai cittadini;
  • l’adozione entro la fine del corrente mese di agosto del Piano di Zonizzazione Acustica che deve essere preventivamente sottoposto alla valutazione del Comitato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.