Questo slideshow richiede JavaScript.

L’autore ha presentato il suo secondo libro “LA TERRA SEMBRAVA TREMARE”

La “cattedrale di roccia”. La Tofana di Rozes, Castelletto e Forcella Fontananegra è una montagna che è rimasta nel cuore di Enrico Varagnolo, spingendolo a maturare la decisione di scrivere “LA TERRA SEMBRAVA TREMARE”.

Mercoledì scorso, il libro (ambientato nel 1915-’17) è stato presentato grazie alla moderazione di Paolo Leoci per la prima volta nella città di Monopoli all’interno della Biblioteca dei Ragazzi di Piazza Garibaldi.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Monopoli presieduta dal Cav. Pietro Pipoli con la collaborazione delle locali sezioni dell’Istituto del Nastro Azzurro presieduta dal Cav. M.llo Michele Lafronza e Associazione Nazionale Polizia di Stato presieduta dal Cav. Antonio Bucci, i quali sono intervenuti nella prima trance dei lavori.

Anche il prof. Antonio Bini ha portato il proprio contributo di storico e culture di storia.

La serata è stata allietata da alcuni momenti musicali curati dal violinista M° Daniele De Marinis.

L’autore Enrico Varagnolo ha avuto così la possibilità di parlare del suo secondo lavoro, nel quale racconta le storie degli uomini che scrissero pagine di storia e di gloria nei due anni di conflitto sul filo dei 3 mila metri.

Alle 3:30 dell’11 luglio 1916 esplode la mina del Castelletto: 35 tonnellate di esplosivo scuotono la montagna. Perché? Chi la ideò? Chi ci lavorò? Chi difese le posizioni?

Di questo e di tanto altro si è perciò parlato nel corso dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.