Restituita la libertà ad una tartaruga della specie “Caretta Caretta”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Venerdì, ore 17:25

Ferita, è stata recuperata in località Capitolo e curata amorevolmente presso il Centro Tartarughe marine del WWF di Molfetta

Nella mattinata odierna, la città di Monopoli ha avuto la gratificazione più bella ed emozionante: quella di restituire la libertà ad una tartaruga della specie “Caretta Caretta”.

L’esemplare, infatti, era stato ritrovato il 15 giugno scorso in località Capitolo, dove era stato avvistato da un diportista a circa 80 metri dalla costa monopolitana e considerate le apparenti precarie condizioni di salute salvato e perciò recuperato.

Una volta a riva, la tartaruga più comune del mar Mediterraneo (che da adulto presenta una lunghezza pari a 80 – 140 cm, con massa variabile tra i 100 ed i 160 kg, oltre ad un carapace di colore rosso marrone, striato di scuro nei giovani esemplari, e un piastrone giallastro, a forma di cuore) è stata trasportata presso il Centro Tartarughe marine del WWF di Molfetta dal responsabile dott. Pasquale Salvemini affinché fosse amorevolmente curata.

Difatti, l’oviparo aveva riportato una ferita sul collo ed una sulla pinna posteriore sinistra, entrambe presumibilmente dovute ad un’elica di un’unità navale.

La liberazione della Caretta Caretta, avvenuta ad un miglio e mezzo al largo dal bordo della vedetta CP887 della Capitaneria di Porto di Monopoli (diretta dal Comandante T.V. (CP) dott. Salvatore DE CRESCENZO), rappresenta perciò un’emozione unica, indescrivibile, soprattutto quando nella maggior parte dei casi, come evidenziato dal Comandante De Crescenzo nel corso della conferenza “Navigazione e sicurezza in mare” della quale si è parlato durante il quarto appuntamento  dell’iniziativa culturale “Enhance your dower”, si assiste alla morte per soffocamento degli esemplari che, spesso e volentieri, ingeriscono buste di plastica o rifiuti di vario genere o per il dilagante fenomeno dello spiaggiamento (che si verifica quando una tartaruga, ma anche altri animali marini, smarrisce l’orientamento per le più svariate cause arenandosi sulla spiaggia).

G.A.C. (Gruppo di Azione Costiera) “Mare degli Ulivi”, associazione WWF Puglia Levante Adriatico, A.N.M.I. di Monopoli presieduta dal Cav. Martino Tropiano, Lega Navale sez. di Monopoli unitamente all’Ufficio Circondariale Marittimo di Monopoli hanno così partecipato al lieto evento.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.