Giovedì, ore 16:17

 

Giangrande: “Il Comitato ha proclamato lo stato di agitazione permanente e si riserva, in caso di risposte evasive o tardive, di intraprendere più incisive azioni di protesta per reclamare il sacrosanto diritto di poter dormire nelle proprie case”

Un comitato per contrastare la movida “selvaggia” |

No alla movida “selvaggia”, indetta un’assemblea |

Ultim’ora: Il comitato contro la movida “selvaggia” è a Palazzo di Città |

Centro Storico, assemblea dei residenti per dire no alla movida “selvaggia” |

Il “COMITATO dei RESIDENTI nel CENTRO STORICO ed in via PROCACCIA di MONOPOLI” attende ancora risposte per quanto riguarda le proposte formulate alle autorità preposte per rendere vivibile ed a dimensione umana dette zone.

Si parla di movida “selvaggia”, un fenomeno che sarebbe detestato anche dai paciosi vacanzieri che affollano B&B e case vacanze del centro abitato.

“Il Comitato ha proclamato lo stato di agitazione permanente e si riserva, in caso di risposte evasive o tardive – spiega perciò il prof. Angelo Giangrande – di intraprendere più incisive azioni di protesta per reclamare il sacrosanto diritto di poter dormire nelle proprie case”.

Nella giornata odierna, infatti, il “COMITATO dei RESIDENTI nel CENTRO STORICO ed in via PROCACCIA di MONOPOLI” ha inviato la seguente nota alla nostra redazione di “The Monopoli Times”:

Monopoli, 29 luglio 2015

                                                                                                          Spett/li

                                                                                                          Organi di Informazione

 

                                                                                                          LORO  SEDI

Si porta a conoscenza, specie dei residenti nel Centro Storico e via Procaccia della nostra Città, che il Comitato dei Residenti in dette zone, sentito le proposte dall’assemblea dei residenti tenutasi il 14 luglio u.s. presso la Chiesa di S. Pietro, ha formulato delle proposte per rendere vivibile ed a dimensione umana dette zone, così come comunica che la raccolta di firme a supporto di dette proposte ha superato il n. di 350  ed è ancora in corso a testimoniare che la nostra battaglia è attiva in quanto il Comitato ha dichiarato lo stato di agitazione permanente fino a quando le stesse non saranno discusse ed approvate, e qualora le risposte non arrivassero in tempi accettabili, è pronto ad attivare ulteriori forme più incisive di protesta.

Le proposte in parola sono state presentate il 15 luglio u.s. al nostro Sindaco ed il 27 luglio u.s. al Comandante della nostra Polizia Locale e sono allegate alla presente nota.

Precisato ancora una volta che i Residenti non sono contro i turisti ed anzi sono lieti di vederli animare la nostra città né contro la “movida” accettabile, ma sono contro gli abusi perpetrati da alcune strutture di svago.

Si segnala, infatti, che  il turista che decide di risiedere a Monopoli o il vacanziere di passaggio o chi vuole godersi le nostre bellezze artistiche o semplicemente passeggiare nel nostro bel Centro Antico o sul lungomare, non ha bisogno di chiasso o di musica ad alto volume ed a qualsiasi ora.

Ne è prova il fatto che anche i gestori delle            strutture ricettive sono contro la “movida selvaggia” che indispone i loro ospiti.

Negli incontri succitati con il Sig. Sindaco ed il Sig. Comandante della Polizia Locale sono stati affrontati i tanti temi connessi alla problematica in parola.

In particolare al Sindaco sono stati segnalati i più frequenti ed inaccettabili comportamenti dei giovani che trattenendosi fino a tarda ora con schiamazzi non consentono di poter tranquillamente dormire o casi

di comportamenti incivili .

Inoltre è stato sollecitata l’approvazione in tempi brevi da parte del Consiglio Comunale del Piano di Zonizzazione Acustica così come richiesto dalla Legge Regionale n. 3 del lontano 20.02.2002

Il Sindaco si è detto disponibile ad esaminare con particolare attenzione le proposte formulate dall’Assemblea dei Residenti e si è impegnato a rispondere alle nostre indicazioni. Inoltre è stato chiesto ed ottenuto che il PZA prima di essere approvato sia discusso con questo Comitato.

Con il Comandante dei VV.UU. è stato affrontato, in un lungo e fattivo incontro, soprattutto il problema dei controlli da parte dei Vigili Urbani specie nelle ore notturne.

Gli è stato segnalato, ad esempio, che nella Città di Rimini, località per eccellenza di turismo estivo balneare come vuol essere Monopoli, le attività musicali cessano alle ore 23,00!

In particolare, poi, è stato chiesto l’attivazione di pattuglie che siano presenti fino alle ore 3 nelle zone in parola come già avviene in molte altre Città anche a noi vicine.

Il Comandante ha illustrato le vigenti normative in materia di  diffusione musicale precisando che si sta lavorando alla predisposizione di un’ordinanza per meglio regolamentare la materia.

Il Comitato, quindi, come già precisato, in attesa di sollecite risposte, ha proclamato lo stato di agitazione permanente e si riserva, in caso di risposte evasive o tardive, di intraprendere più incisive azioni di protesta per reclamare il sacrosanto diritto di poter dormire nelle proprie case.

 

Per il Comitato

Il Coordinatore

     (Prof. Angelo Giangrande)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.