Giovedì, ore 07:32

 

Ha aggredito il suo datore di lavoro e si è scagliato contro carabinieri intervenuti in aiuto di quest’ultimo.  È accaduto l’altra sera a Conversano, dove i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un sorvegliato speciale di 52anni del luogo con le accuse di violazione degli obblighi imposti, resistenza a pubblico ufficiale,  lesioni personali e minaccia.

Una telefonata giunta sul numero di emergenza “112” ha fatto convergere una pattuglia dell’Arma presso una ditta del luogo, dove il titolare lamentava di essere stato poco prima aggredito e minacciato con un coltello da cucina da un suo dipendente, per futili motivi.

Sul posto gli operanti hanno dovuto impiegare non poco tempo prima di riuscire a bloccare definitivamente il 52enne, il quale, allo scopo di tentare la fuga, non ha esitato ad aggredire gli operanti, tirando calci e pugni all’impazzata.

Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’uomo è stato poi condotto presso la casa circondariale del capoluogo barese.

Il coltello da cucina, utilizzato dall’aggressore per minacciare il suo datore di lavoro, è stato invece posto sotto sequestro.

La vittima, recatasi presso il locale punto di primo soccorso, ha riportato lesioni al volto e ad un arto giudicate guaribili in pochi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.