11655449_548391251966183_834930550_nLunedì, ore 09:56

Sono trascorsi pochi giorni dalla partenza della 15ma “Pollino Marathon” ed ecco spuntare i primi ricordi di questa gara con partenza da Terranova di Pollino. Dai nostri atleti arrivano commenti positivi riguardo al percorso sempre spettacolare ma molto più duro e tecnico, alla location, non più San Severino Lucano ma Terranova, tutto è cambiato, ma tutto è sempre affascinante.
Qualcosa, però, è rimasta la stessa: la spettacolarità dello scenario offerto dal Pollino e la numerosa e calorosa partecipazione degli atleti, quest’anno in 600, provenienti dalla Sicilia sino alle Marche.
Non più una novità la partecipazione dei nostri atleti, che hanno affrontato tutti i 60 km, sfrecciando da campioni quali conosciamo, ma forse ancor di più trovandosi ad affrontare strade non asfaltate, ripide discese ed ardue salite. Questo non ha impedito di arrivare sotto il traguardo di Terranova dove gli spettatori, gli amici e gli organizzatori li attendevano a braccia elevate.
Rimanendo sui 60 km, il cronometro si è fermato a 3h 44’ e 32’’per
Nardelli Francesco 47′
Cazzorla Fabio 83′
Barnaba Angelo Giuseppe 93′
Napoletano Nicola 99′
Cavaliere giacinto Alberto 166′
Marzullo Cosimo 254′
More’ Antonio 59′ (corto)

Qualche problema, ancora una volta creato dalla scarsa collaborazione dei giudici della federazione lucana, è stato determinato da qualche difficoltà proprio nel verificare i passaggi intermedi del percorso di 45 km.
Nonostante i disguidi generatisi proprio in questo tratto di gara, per i quali gli organizzatori hanno assicurato pieno impegno nel cercare di verificare e provvedere ad eventuali rettifiche, l’entusiasmo all’arrivo è indescrivibile. Gli atleti di testa parlano di gara da Campionato Nazionale per le difficoltà tecniche affrontate e la durezza del percorso. Tutti parlano di un percorso mozzafiato, e non perché il fiato su queste salite viene stroncato realmente , ma perché, alzando lo sguardo da terra, il panorama del Pollino offre uno scenario unico.
A tutto questo si aggiunge una grande collaborazione del popolo di Terranova.
Ma tornando alla (solita) ultima domenica di giugno, rifletto sull’impresa di 600 campioni, perché per me chiunque riesca ad affrontare queste vette lo è, un campione.
Questo un video della gara: http://www.youtube.com/watch?v=RaSynJAva5k&sns=em

Ufficio stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.