Benemerita, avvicendamento al Comando Legione Carabinieri Puglia

Giovanni Cataldo
Giovanni Cataldo

Martedì, ore 07:16

Il generale di brigata Giovanni Cataldo subentra al generale di brigata Claudio Vincelli

Ieri mattina, la cerimonia di avvicendamento tra il Generale di brigata Claudio Vincelli ed il Generale di brigata Giovanni Cataldo si è svolta presso il Comando Legione Carabinieri Puglia, alla presenza del generale di C.A. Franco Mottola (Comandante interregionale Carabinieri “Ogaden”)

Erano presenti le rappresentanze degli ufficiali, marescialli, brigadieri, appuntati e carabinieri dei reparti dislocati in questa regione, nonché le rappresentanze dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Il Generale Vincelli assunse l’incarico nel settembre 2012 e, a conclusione del suo mandato, ha tracciato un positivo bilancio dell’impegno profuso dai carabinieri della legione sia nell’attività di contrasto alla criminalità organizzata (portate a termine nr. 54 attività investigative di rilievo con 756 persone arrestate) che nei confronti della criminalità comune e predatoria (16.024 arresti e 68.048 denunce a p.l.)  dal 12/09/2012.

Le iniziative volte all’aggressione dei patrimoni illeciti hanno visto il concorso di tutti i comandi provinciali dipendenti ed in particolare di quello di Bari che, nell’ultimo triennio, ha prodotto il sequestro di beni per 301 milioni di Euro complessivi.

Nel corso dell’intervento, il Generale Vincelli ha espresso il personale ringraziamento a tutti i militari per la meritoria condotta ed il condiviso apporto nei risultati conseguiti, frutto fra l’altro, di metodi di lavoro che hanno visto la funzionale sinergia fra i Reparti e la soluzione di casi particolarmente efferati come la strage di Palagiano del marzo del 2014 e quella di Altamura del marzo 2015.

All’impegno dell’Arma, dalla Daunia al Salento, dalla Murgia alla Valle d’Itria e fino alle zone ioniche, ha corrisposto un consenso della gente, sottolineato da ultimo dalle Autorità incontrate dall’ufficiale Generale nell’approssimarsi della scadenza del suo mandato in Puglia, per assumere il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute in Roma.

Il Generale di Brigata Giovanni Cataldo, che subentra nell’incarico di comandante della Legione Carabinieri Puglia, proviene dal Comando Generale ove ha comandato il Reparto Autonomo. L’ufficiale ha già prestato servizio in Puglia quale Capo Settore del neo costituito Centro della D.I.A. di Bari e poi Comandante della Sezione Anticrimine del R.O.S. di Lecce.

Entrambi i Generali hanno rinnovato apprezzamento alle Autorità Istituzionali ed alla popolazione della Regione per la vicinanza e la stima espressa in ogni circostanza ai carabinieri di ogni ordine e grado.

Generale di Brigata Giovanni CATALDO

Curriculum Vitae

Dati anagrafici
Nato a: Bari il 23 marzo 1959

Stato civile: coniugato, con due figli

Qualifica: Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri

 

 

 

Incarichi ricoperti

Nel 1979, superato il concorso, viene ammesso alla frequenza del 161° Corso dell’Accademia Militare di Modena. Nominato Sottotenente al termine del biennio,  nel 1981 frequenta il 161° Corso di Applicazione presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

Nominato Tenente nel 1983, viene assegnato alla Scuola Sottufficiali Carabinieri di Firenze quale Comandante di Plotone e aggiunto nelle materie “Tecnica di polizia giudiziaria” e “Diritto Penale e Procedura Penale”. Nel 1986, con la nomina a Capitano assume l’incarico di Comandante di Compagnia nello stesso Istituto di Istruzione, nonché di insegnante di Informatica.

Nel 1987 viene assegnato al comando della Compagnia Carabinieri Messina Centro, incarico che ricopre sino al 1991, quando viene trasferito all’Ufficio Pianificazione Programmazione e Controllo del Comando Generale dell’Arma.

Nel 1992, dopo aver superato il concorso per soli titoli, viene assegnato alla Direzione Investigativa Antimafia – Centro Operativo di Bari.

Nel 1995, al termine del Corso di Istituto per Capitani dell’Arma, viene trasferito a Lecce come comandante della Sezione Anticrimine del ROS.

Nel 1999, dopo aver superato la relativa selezione, frequenta il 2° Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI, già Scuola di Guerra). Terminato il ciclo di studi della durata di dieci mesi, viene assegnato, nel luglio 2000, al Comando Generale dell’Arma quale Capo Sezione Eversione e Terrorismo dell’Ufficio Criminalità Organizzata.

È stato designato quale rappresentante dell’Arma nell’ambito del Gruppo Terrorismo del Terzo Pilastro dell’UE, ed ha preso parte a diversi meeting e tavoli tecnici (nazionale ed esteri) concernenti il contrasto al terrorismo interno ed internazionale. In tale contesto, sin dal momento dell’istituzione, ha preso parte alle riunioni del Comitato di Analisi Strategica sul Terrorismo (CASA).

Dal settembre 2005 al settembre 2009 ha coperto l’incarico di Capo Ufficio Criminalità Organizzata dello stesso Comando Generale dell’Arma, continuando a svolgere le funzioni di rappresentante dell’Arma in seno al CASA.

Dal Settembre 2009 al settembre 2012 è stato Comandante del Comando Provinciale Carabinieri di Venezia.

Dal settembre 2012 al giugno 2015 ha ricoperto l’incarico di Comandante del Reparto Autonomo del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

 

Titoli culturali

   Laurea in “Scienze Politiche – indirizzo Politico Amministrativo” conseguita presso l’Università degli Studi di Siena;

   Laurea di 1° livello in “Scienze della Sicurezza” conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata;

   Laurea specialistica in “Scienze della Sicurezza interna ed esterna” conseguita presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata;

   Master in Studi Internazionali Strategico-Militari conseguito presso l’Università degli Studi di Milano;

   Master di 2° livello in “Scienze Strategiche” conseguito presso l’Università degli Studi di Torino.

Titoli militari

   Biennio presso l’Accademia Militare di Modena (a.a. 1979-1981);

   Biennio presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma (a.a. 1981-1983);

   Corso per consultazione e aggiornamento degli schedari ed archivi di “primo, secondo e terzo livello” della Banca dati unica delle Forze di Polizia;

   Corso di analisi operativa tenuto presso la DIA da funzionari della DEA (Drug Enforcement Administration) statunitense;

   Corso di intelligence per analisti (maggio 1993);

   Corso di Istituto per capitani (a.a. 1994-1995);

   Corso di Managment per Ufficiali dei Carabinieri presso l’ISVOR (gruppo FIAT) di Marentino-TO (feb.-apr. 1999);

   Corso intensivo di lingua inglese presso la Scuola Lingue Estere dell’Esercito in Perugia (apr.-giu. 1999);

   Corso di inglese presso il “Defence Language Institute” della Base USAF di Lakland – Sanantonio (Texas – USA) (lug.1999);

   Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze (già Scuola di Guerra) presso il Centro Alti Studi Difesa di Roma (a.a. 1999-2000);

   Corso per la qualifica di Consigliere Giuridico Militare (lug. 2000);

   Corso per la qualifica di Consigliere Giuridico in diritti umanitari (lug. 2000);

   Corso per la consultazione e aggiornamento degli Schedari di Indagine (SDI).

Onorificenze

   Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica;

  • Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare;
  • Medaglia militare d’argento al merito di lungo comando;
  • Croce d’oro per anzianità di Servizio Militare;
  • Cavaliere Ufficiale dell’Ordine al Merito Melitense.

 

4,067 Visite totali, 4 visite odierne

Redazione The Monopoli Times

“The Monopoli Times, la nuova frontiera dell’informazione” – www.monopolitimes.com

Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33