sara terzanoDomenica, ore 10:56

Un seminario in tre appuntamenti 

 

Da domani, il Salone del Conservatorio sito in Piazza Sant’Antonio ospiterà un seminario con musiche eseguite dal vivo all’arpa celtica e moderna da Sara Terzano e dagli ensembles di docenti e allievi, di tre appuntamenti (ingresso libero e gratuito):

1)   Lunedì 22 Giugno 2015: “VIAGGIO NEL TEMPO”

2)   Martedì 23 Giugno 2015: “L’ECO DELLA NATURA”

3)    Mercoledì 24 Giugno 2015: “IL SUONO DEL SEGNO E DELLA FORMA”

“MUSICA: LA VOCE DELLE ARTI”  II EDIZIONE 2015

 Alla scoperta del dialogo tra Musica – Arte – Architettura

Viaggio nell’interazione tra la musica e le altre espressioni artistiche attraverso suoni e immagini sotto forma di conferenza-concerto con proiezione di immagini di opere artistiche e architettoniche e musica suonata dal vivo per arpa e ensembles.

A cura di SARA TERZANO, arpista e architetto

Con la partecipazione del M° PASQUALE MELUCCI, violino  e di ensembles di DOCENTI e STUDENTI del Conservatorio.

SALONE DEL CONSERVATORIO “NINO ROTA” di MONOPOLI (BA) ore 19 ingresso libero e gratuito

Lunedì 22 GIUGNO ORE 19  |  1° appuntamento: VIAGGIO NEL TEMPO

Martedì 23 GIUGNO ORE 19   |  2° appuntamento:  L’ECO DELLA NATURA

Mercoledì 24 GIUGNO ORE 19  |  3° appuntamento: IL SUONO DEL SEGNO E DELLA FORMA

Musiche di:

tradizione celtica, J.S.Bach, G.F. Haendel, P.J. Mayer, W.A. Mozart, G. Rossini, V. Bellini, M. Tournier, G. Verdalle, C.C. Saint-Saëns, P. Chertok, A. Piazzolla, P. Metheny, N. Rota

Prosegue l’affascinante viaggio attraverso suoni e immagini per esplorare il rapporto tra la musica e le altre espressioni artistiche con la Seconda Edizione di  “Musica: La Voce Delle Arti” , Seminario in tre appuntamenti tenuto da Sara Terzano sotto forma di conferenza-concerto con proiezione di immagini di opere artistiche e architettoniche e musica suonata dal vivo per arpa e ensembles realizzato dal Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli.

Sara Terzano, docente di Arpa del Conservatorio, laureata in Architettura presso il Politecnico di Torino con una tesi sul rapporto Musica e Spazio seguita dal perfezionamento in Museografia, riprenderà il percorso avviato lo scorso anno alla scoperta dell’interazione tra Musica, Arte e Architettura. Docente di Arpa per l’Alta Formazione Artistica e Musicale (MIUR) dal 2003, Sara Terzano, arpista e compositrice, ha avuto modo di approfondire il tema dell’interazione tra le Arti presentando conferenze, concerti e seminari per la Facoltà di Architettura I del Politecnico di Torino, il Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari,  il Museo Egizio, il Museo d’Antichità, il Museo Regionale di Scienze Naturali, il Museo d’Arti Decorative “P. Accorsi” di Torino, la Rassegna “Polincontri classica” del Politecnico di Torino, la Biennale della Democrazia all’Università degli Studi di Torino, per il percorso culturale “Architettonica-Mente” della Fondazione Nymphe al Castello di Padernello (BS),  il Festival Internazionale di Architettura di Torino, il Politecnico di Milano sede di Como, la “Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo”, il Teatro Regio di Torino, il Palazzo Reale di Milano, la Fondazione Ferrero di Alba per le Mostre su Morandi, Carrà, Casorati  (per citarne alcuni) riscontrando grande interesse nel pubblico e negli enti culturali coinvolti.

Nei tre appuntamenti consecutivi presentati per la II Edizione verrà approfondito il tema del “Viaggio nel Tempo”, de “L’Eco della Natura” e de “Il Suono del segno e della Forma” attraverso proiezioni di immagini e brani interpretati dal vivo all’arpa celtica e all’arpa moderna da Sara Terzano oltre che da ensembles di docenti e studenti. L’itinerario condurrà in un vasto repertorio musicale che abbraccia oltre la Classica anche la musica d’ispirazione celtica, il jazz ed il linguaggio contemporaneo.

I temi di questa nuova edizione portano alla scoperta del dialogo tra le arti attraverso l’indagine del processo creativo esplorando con il suggestivo “Viaggio nel Tempo” la ricerca del Tempo nella sua accezione più vasta, a partire dal ritmo, dal concetto di “durata dell’opera”, al tempo della natura, fino alla pulsione emotiva oltre i confini della percezione. Sarà proposto l’esperimento di trasporre in scrittura musicale il ritmo di manufatti architettonici e di opere d’arte.

“L’Eco della Natura” porterà alla ricerca dello spunto creativo nell’ambiente naturale e nell’analisi consapevole di un ecosistema artistico e musicale. Infine si entra nel vivo dell’essenza del processo creativo con l’ultima giornata di Seminario dedicata allo studio del Segno e della Forma come elemento base dall’origine alla contemporaneità e ai riferimenti simbolici, culturali e di percezione dei sensi.

Lo scopo del progetto è stimolare il pubblico alla ricerca e all’analisi delle varie espressioni artistiche in un’esplorazione curiosa e attenta della creatività fornendo molteplici chiavi di lettura.

Il seminario offre la possibilità allo spettatore di seguire un rapido excursus sulla storia dell’arte e della musica, dalle origini alla contemporaneità, reso più coinvolgente dalla suggestione di immagini proiettate in dialogo con un repertorio musicale selezionato ad hoc.

Una nuova tappa dell’itinerario ricco di spunti e suggestioni alla ricerca del Tempo, della Natura e delle origini del processo creativo alla scoperta di Musica, Arte e Architettura.

Info sui contenuti del Seminario: cell. + 39 347 45 85 836    www.saraterzano.it

________________________________________________________________________

         

  SARA TERZANO   | arpista harpist

Diplomata in Arpa presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino nella classe di Gabriella Bosio (“Premio M. Vico” per il Miglior Diploma), si è poi perfezionata con il M° Francis Pierre  all’Ecole Normale de Musique “A. Cortot” di Parigi come borsista della “De Sono Associazione per la Musica” conseguendo il “Diplome Supérieur d’Execution”, al Corso di Alta Specializzazione dell’Accademia della Filarmonica della Scala (Direttore principale: Riccardo Muti) e all’Accademia Internazionale della Musica di Milano.

E’ stata premiata in numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo -tra questi- l’edizione 1991 del Concorso Nazionale di Arpa “V. Salvi”. Dal 1989 si è perfezionata in Italia con  Giuliana Albisetti, Fabrice Pierre, Elizabeth Fontan-Binoche, Elena Zaniboni, Maria Oliva De Poli e Luisa Prandina e a Madrid sotto la guida dell’arpista russa Tatiana Taouer.

Laureata in Architettura e perfezionatasi in Museografia presso il Politecnico di Torino, propone conferenze-concerto sul tema “Musica, Arte e Architettura” occupandosi dei testi, delle immagini e delle musiche

Svolge intensa attività concertistica suonando anche l’arpa celtica sia come solista che in  diverse formazioni cameristiche con particolare predilezione verso contesti di rilevanza architettonica, storica e paesaggistica. Fondatrice del Gruppo Cameristico Alchimea, sperimenta nuovi repertori e nuove formazioni con attenzione verso gli orizzonti della musica jazz, celtica e della world music, dedicandosi anche alla composizione ed alla trascrizione dei brani. .

Dal 1994 collabora con il Museo Egizio, il Teatro Regio e il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino realizzando progetti didattici e rassegne concertistiche. Nel 2000 ha pubblicato i cd “Note per un viaggio immaginario” e “A Merit – Concerto di flauto e arpa” e ha partecipato al film di Dario Argento “Nonhosonno”. Nel 2005 ha preso parte a Lugano (Svizzera) al Progetto Martha Argerich organizzato dalla Radio Svizzera Italiana registrato e trasmesso su Radio 2. Nel 2011 ha presentato in diretta suonando dal vivo a Radio RAI Suite il Cd “La Loggia delle Fate” che raccoglie sue musiche e arrangiamenti; il Cd è stato pubblicato in occasione della Rassegna Concertistica “Musica – Magia dei Luoghi”, percorso tra Musica e Architettura da lei ideato e realizzato dalla Prima Edizione del 2008. Dalla XXX Edizione del 2013 cura la Direzione Artistica del Festival Internazionale di Villa Faraldi con il Gruppo Cameristico Alchimea come ensemble residente.

Collabora in qualità di Prima Arpa con numerose orchestre sinfoniche e operistiche in Italia e all’estero e ha partecipato alla registrazione di CD, a concerti e a tournées con l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, l’Orchestra del Teatro e l’Orchestra Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Sinfonica della Moldavia, la Compagnia d’Opera Italiana, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Sinfonica della Valle D’Aosta, l’Orchestra Classica Italiana, l’Ensemble Accademia Domino, e con il Gruppo Cameristico Gamut. Nel 2003 ha vinto l’audizione per Arpa bandita dalla Fondazione Arena di Verona.

E’ stata invitata ad esibirsi come solista in Italia ed in Spagna con la Filharmonia De Cambra De Barcelona,   l’Orchestra dell’Accademia della Filarmonica della Scala, l’Orchestra Cameristica di Varese, l’Orchestra dell’Accademia di Schio e la Nova Orquestra De Cambra della Reial Academia Catalana de Belles Arts suonando brani per arpa e orchestra dal più importante repertorio arpistico (Haendel, Mozart, Debussy) e prime esecuzioni di brani originali.

E’ docente di Arpa nei Corsi Tradizionali e nel Biennio Specialistico dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (MIUR) attualmente -dal 2011- al Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli, dal 2003 al 2010 al Conservatorio “L. Canepa” di Sassari, e dal 2010 al 2011 presso il Conservatorio “G.Verdi” di Como con Staff Training alla Royal Academy of Music ed al Trinity College of Music di Londra.  www.saraterzano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.