Alle terme di DioclezianoMercoledì, ore 07:12

Un traguardo di assoluto prestigio quello raggiunto dalla V B del Liceo Artistico – IISS “Luigi Russo” di Monopoli: è arrivata tra le 20 classi finaliste del concorso nazionale “Articolo 9 della Costituzione – Cittadinanza attiva per superare la crisi attraverso la cultura e il patrimonio storico e artistico”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Ancora più significativo il traguardo, visto che al concorso hanno partecipato 673 scuole secondarie di primo e secondo grado provenienti da ogni parte d’Italia, per un totale di oltre 13.000 studenti.

Solo due le scuole pugliesi ammesse alla fase finale: oltre l’IISS “Luigi Russo”, il Liceo classico “A. Oriani” di Corato.

foto Roma 1Una grande soddisfazione per la delegazione del “Luigi Russo” che il 4 e 5 giugno è stata ospitata a Roma per la cerimonia di premiazione presso l’aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, alla presenza della Presidente della Camera Laura Boldrini.

È già la seconda volta che il Liceo artistico partecipa al concorso e, nel 2013, su tre lavori presentati, ben due avevano ricevuto una menzione speciale. L’obiettivo formativo è di grande rilevanza: sensibilizzare le giovani generazioni alla cittadinanza attiva e responsabile.

Il progetto finalista, “Le risorse del passato, l’energia del presente”, illustrato attraverso un video, è stato particolarmente apprezzato per la capacità di costruire attorno a due siti importanti della città e del territorio di Monopoli (Palazzo Palmieri e l’insediamento rupestre dei Santi Andrea e Procopio), percorsi concreti e fattibili di recupero e fruizione pubblica, in modo che possano diventare vere e proprie risorse economiche, capaci di attivare l’occupazione giovanile. Gli spazi valorizzati e riqualificati  diverrebbero, attraverso la creazione di laboratori artistici e artigianali, luoghi della cultura e del recupero, rispondendo così concretamente e in modo alternativo a tante situazioni di disagio delle giovani generazioni. (L.T.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.