Al via, la XXII edizione delle Giornate Nazionali dell’A.D.S.I.

Lunedì, ore 11:18

Gli appuntamenti del 23 e 24 maggio 2015 a Monopoli e Polignano a Mare

Il prossimo weekend torna la XXII edizione delle Giornate Nazionali dell’A.D.S.I. (Associazione Dimore Storiche sez. Puglia), “Cortili Aperti – Camminando tra cielo, terra e mare”, che sarà ospitata dalla Masseria Fortificata Spina di Monopoli e dall’Abbazia di San Vito di Polignano a Mare.

Il programma (patrocinato dai Comuni di Monopoli e Polignano a Mare) si svolgerà sabato 23 e domenica 24 maggio 2015 in tre importanti monumenti storici dei territori coinvolti, uniti da un “filo rosso”, la “Via Francigena”:

SABATO 23 e DOMENICA 24 maggio – h. 10/12 – 16/18

Masseria Spina della Famiglia Meo-Evoli – Monopoli, è lieta di aprire le proprie porte a tutti i suoi concittadini, curiosi e turisti.
Si avrà la possibilità di visitare l’intero complesso monumentale (IX-XVIII sec.), e visionare, all’interno della Sala delle Mangiatoie, la proiezione e istallazione di “Percezioni di un Turismo Slow” a cura dell’ arch. Bernardo Bruno.

DOMENICA 24 – Polignano a Mare

Abbazia di San Vito 
h. 9.00 Santa Messa
h. 10/10.30 presentazione presso le Scuderie di cenni storici/artistici sull’Abbazia a cura della prof.ssa Bianca Tavassi La Greca; visita dei suoi scorci e delle zone limitrofe;

Torre Incina
h.12.30/13 brindisi tra “Cielo, Terra e Mare” offerto dalle Cantine Leone de’ Castris di Salice Salentino; è richiesta prenotazione.

La manifestazione intende porre l’attenzione su due grandi temi:
• recupero del territorio attraverso la promozione di percorsi turistici alternativi che ripropongono la fruizione delle “vie Francigene”. Portiamo a conoscenza che a tal proposito lo scorso mese di aprile sono partiti dalla Norvegia dei Pellegrini che aderiscono al progetto Europeo “Pilgrims Crossing Borders 2015 i quali giungeranno in quest’area nel mese di Ottobre e termineranno il loro viaggio a Gerusalemme” (link: http://www.romaefrancigena.eu/programmiAttuali.html)
• recupero dei beni privati portando a conoscenza l’opinione pubblica sulle problematiche inerenti alla conservazione e fruizione dei beni privati. Il maggior numero dei monumenti storici è affidata alla cura esclusiva dei privati e, la stragrande maggioranza dei centri storici e delle campagne è affidato esclusivamente all’impegno economico e operativo di essi. Molti borghi sarebbero stati dei ruderi senza la presenza costante ed amorosa dei suoi proprietari. Non c’è dubbio che la buona conservazione di ville e palazzi esercita un rientro di immagine ed il successo turistico Italiano e, in conseguenza, una ricaduta a livello economico, sia per le maestranze che operano i tutti i settori del restauro dei Beni Culturali che, un ritorno “nell’industria turistica”.
Tutto questo avrebbe bisogno di essere incentivato dal Governo che potrebbe così facilmente ottenere maggiori posti di lavoro nel campo dell’artigianato d’eccellenza, un gettito maggiore per tassazione e l’incremento di attività turistiche con ulteriore aumento economico. A tale fine si suggerisce la visione del seguente link: http://www.adsi.it/allegati/nl/74a23be60c48ffc47ef2c9b245f00253.pdf

11260942_936806319683451_5902312078575508708_n


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.