foto libreria1Giovedì, ore 10:42

Io leggo perché : è questo lo slogan lanciato quest’anno dall’AIE (Associazione Italiana Editori) in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, istituita dal 1996 dall’UNESCO il 23 aprile di ogni anno, data di nascita di tre grandi scrittori: lo spagnolo Miguel de Cervantes (1547-1616), l’inglese William Shakspare (1564-1616) e il peruviano Inca Garcilaso de la Vega(1539-1616).
L’obiettivo della Giornata è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità attraverso l’organizzazione di eventi nelle piazze di tutta Italia.
Alla Scuola Media “Sofo” di Monopoli si legge perché: in qualità di Istituto Associato alla Rete Scuole UNESCO –Italia, sono state organizzate attività tese ad incentivare il piacere della lettura nei ragazzi attraverso l’ organizzazione di attività di lettura animata, la partecipazione ad appositi eventi regionali, la consultazione di libri nella biblioteca d’istituto o in quelle di classe, la progettazione di incontri con autori, le visite guidate in libreria , l’ ideazione e realizzazione di libri digitali ( e-book): un percorso formativo di valorizzazione della lettura non limitato ad un solo giorno o evento ma distribuito nell’arco dell’intero anno scolastico.
Obiettivo dichiarato dagli insegnanti è quello di far percepire agli alunni la lettura al pari di un viaggio della mente, consapevoli che al termine di tale percorso ciascun lettore è sicuramente diverso da come era partito. Non a caso gli alunni hanno stilato una serie di regole del lettore affisse all’ingresso della propria biblioteca d’Istituto che lasciano al lettore la libertà di interrompere la lettura di un libro perché noioso, di iniziarne una nuova, di stimolare gli altri a leggere un libro che è risultato piacevole grazie alla compilazione di apposite schede ecc…
L’esigenza di rendere più interessante per i ragazzi la lettura in biblioteca e, soprattutto, per farla diventare un’esperienza di gruppo, piuttosto che un momento di isolamento ha spinto alcuni insegnanti ha sperimentare percorsi di lettura animata in cui la biblioteca scolastica non viene vissuta come luogo di noioso silenzio o di letture imposte dall’insegnante secondo scelte non condivise dai lettori, ma come spazio ludico e creativo dove i libri sono solo lo stimolo da cui prende vita la fantasia.
Numerose le attività svolte anche al di fuori delle mura scolastiche per incontrare autori di libri letti e dialogare con loro per rivolgere una serie di domande ,condividere riflessioni e pensieri scaturiti dall’attenta lettura dei libri.
Partecipazione XX Edizione della “Città del Libro 2014”-Rassegna internazionale degli autori ed editori del Mediterraneo – Campi Salentina (Le) –Mare Nostrum …storie di navigatori, santi e poeti.
Qui gli oltre 130 alunni che hanno raggiunto la cittadina del Salento e preso parte ai numerosi laboratori presenti, hanno avuto modo di incontrare Mario Desiati autore del libro ” Mare di zucchero”, romanzo ispirato dalla storia dello sbarco della nave albanese Vlora nel porto di Bari nel 1991.
In occasione del mese della memoria gli alunni di alcune classi hanno dialogato con Valentina Korsakina autrice del libro “Fuga da Sebastopoli” ,evento  organizzato dal locale Presidio del Libro e da “Donne per la Città”,  presso la Biblioteca comunale dei ragazzi.
La partecipazione al progetto “In libreria con la classe”, promosso dalla casa editrice Mondadori e proposto alle scuole del nostro territorio dalla libreria “Mondadori Chiarito” di Monopoli, è stato caratterizzato da una prima parte di presentazione del variegato mondo delle librerie e delle modalità di fruizione delle stesse. In questo modo, sono stati forniti ai ragazzi gli strumenti con cui avvicinarsi a un libro, imparando ad orientarsi in maniera autonoma tra scaffali, generi letterari, reparti, fasce d’età, tematiche, edizioni e autori, spinti dal piacere della scoperta e della scelta personale di nuove storie da leggere.
La seconda parte è stata invece caratterizzata da una fase laboratoriale in cui gli alunni, dopo l’attento ascolto di letture animate, hanno potuto delineare il loro profilo di lettori attraverso appositi quiz.

Infine,ma solo in ordine di tempo una intera classe ha partecipato al Concorso “Il veliero Parlante”2014 – Le scuole che fanno i libri” manifestazione promossa dall’I.C.”Borsellino – Falcone” di Copertino (Le) attraverso la realizzazione di un libro digitale intitolato “Il mio territorio… bella scoperta!” nella sezione “Koinè -Immagini dalla geografia- sez. Agros la cui manifestazione finale si terrà nella città salentina il prossimo 17 maggio.
In occasione della giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore i tanti docenti che hanno reso possibile la realizzazione di tale percorso formativo della durata di un intero anno scolastico, insieme alla D.S. dott.ssa Liliana Camarda che lo ha condiviso, ritengono che esso abbia certamente arricchito tutti i ragazzi che vi hanno preso parte…e sono stati davvero tanti, più di quanto si sarebbe potuto fare in un solo giorno!

Anna Ostuni – Ufficio Stampa

La Cultura è un bene primario come l’acqua: i teatri, le biblioteche e i cinema sono come tanti acquedotti – C. Abbado

foto desiati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.