Giovedì, ore 17:36

Località Capitolo è un esempio di mal distribuzione dei punti luce nell’agro cittadino

All’indomani della sua adozione in Consiglio Comunale (nella seduta del 31 marzo scorso), questa mattina, il Pric (Piano regolatore dell’illuminazione comunale) è stato ufficialmente presentato nella conferenza stampa indetta per fare il punto della situazione sui lavori pubblici dal Sindaco Emilio Romani e dall’Assessore alle Contrade ed Infrastrutture Angelo Annese presso la Sala Riunioni a Palazzo di Città.

Questo nuovo “strumento”, redatto da esperti dell’Ufficio alla Pianificazione Integrata del Comune di Monopoli, anziché – come accadrebbe in altre realtà – dalle imprese del settore (come precisato dall’Assessore Annese), mette in evidenzia le criticità emerse, che saranno recepite dal bando di nuovo affidamento, di cui la ditta aggiudicataria dovrà farsene carico.

“Abbiamo un censimento completo per sistemare le anomalie – ha spiegato Annese – maggiormente concentrate nell’agro (suddiviso in diciotto centri abitati), dove ci sono zone senza punti luce ed altre dove invece ci sono”.

Località Capitolo è l’esempio che il Primo Cittadino ha preso, asserendo che è una zona in cui la pubblica illuminazione è mal distribuita.

Per quanto concerne l’abitato, infine, è stato sollevato il caso dell’illuminazione di Piazza Vittorio Emanuele II, dove appare meno uniforme e perciò consultato il progettista, l’architetto Cucciolla, si potrebbe ragionare sull’intensità luminosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.