Lunedì, ore 10:53

Conferenza stampa nel foyer venerdì 8 maggio alle ore 11

Venerdì 8 maggio alle ore 11 nel foyer dell’ex cinema Radar si terrà la conferenza stampa di presentazione dei lavori per il recupero strutturale e funzionale dell’ex Cinema Radar e dell’annesso ex Albergo Savoia di Monopoli in corso da circa cinque mesi. Alla conferenza stampa potranno accedere esclusivamente i giornalisti che si sono preventivamente accreditati presso l’Ufficio di Staff del Sindaco.

Interverranno il Sindaco Emilio Romani, l’Assessore ai Lavori Pubblici Angelo Annese, il Consigliere Comunale delegato alle Politiche Culturali Giorgio Spada, il Dirigente dell’Area Organizzativa Lavori Pubblici Ing. Pompeo Colacicco e gli ex Assessori alla Cultura e ai Lavori Pubblici della Giunta Romani 2008-2013 Prof. M°. Elio Orciuolo, Ing. Alberto Pasqualone e Avv. Rosanna Perricci.

A realizzare i lavori è stato il ReseArch Consorzio Stabile che si è aggiudicato il bando di gara per un importo di € 6.931.171,37.

È prevista la trasformazione dell’ex Cinema Radar in teatro-auditorium e dell’ex Albergo Savoia in aule da destinare alle funzioni didattiche del Conservatorio (in comodato d’uso gratuito per 50 anni) così come stabilito dal Protocollo d’Intesa firmato il 12 Ottobre 2010 tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Conservatorio “Nino Rota” e il Comune di Monopoli.

La copertura finanziaria ammonta a poco più di 7 milioni e 200 mila Euro, di cui circa 3.100.000,00 messi a disposizione dal MIUR, 3.200.000,00 stanziati dalla Regione Puglia a valere sul Piano Operativo FESR 2007-2013 su attivazione del Comune di Monopoli e infine circa un milione di euro stanziati direttamente dall’Amministrazione Comunale.

Tra gli altri, il progetto prevede il recupero del piano interrato dove sarà ripristinata la scala esistente per il collegamento con palco e sottopalco; la riqualificazione del piano terra con la trasformazione della fossa orchestrale in platea (per un totale di 506 posti di cui 374 in platea e 132 in galleria) e la realizzazione di due pedane mobili che rendono estremamente flessibile la sala consentendo una molteplicità di soluzioni; la realizzazione di uno spazio all’aperto per circa 200 posti con la possibilità di utilizzo anche come cinema all’aperto o per concerti a supporto del Conservatorio; e la realizzazione di un Odeon da 50 posti a supporto della scuola di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.