Lunedì, ore 10:06

Le modalità di gestione delle aperture saranno regolamentate attraverso apposita convenzione con il Polo Liceale “G. Galilei”

Favorire un processo di valorizzazione mediante l’uso dei rifugi antiaerei, promuovendo la memoria di circostanze drammatiche. Con questo obiettivo la Giunta Comunale nella seduta del 24 aprile scorso ha accolto la proposta di partnership con il Polo Liceale “Galileo Galilei” di Monopoli.

Con verbale n. 3 del 26 novembre 2014 il Consiglio di Istituto aveva approvato all’unanimità la proposta dei propri studenti tesa all’adozione dei rifugi antiaerei. Il  Polo Liceale “Galileo Galilei” si impegna, in qualità di  comunità scolastica a garantire, in date significative e simboliche a livello nazionale, l’impiego dei propri studenti come guide per i visitatori e per qualsivoglia modalità di valorizzazione degli stessi. Le modalità di gestione delle aperture verranno disciplinate e regolamentate attraverso apposita convenzione.

Il manuale d’uso e manutenzione della riqualificata Piazza Vittorio Emanuele II evidenzia, tra l’altro, che “l’accesso ai rifugi sotterranei sarà consentito solo a gruppi autorizzati ed accompagnati da personale addestrato, costituiti da massimo quindici persone compresi gli accompagnatori, solo al fine di visita turistico-culturale” e che “l’accesso del pubblico, data la particolare conformazione dei luoghi dovrà essere limitato a circostanze eccezionali (al massimo quattro volte l’anno in concomitanza con ricorrenze connesse allo svolgimento della seconda guerra mondiale)”.

L’esecutivo ha dato indirizzo affinché l’Area Organizzativa VII provveda ad avviare il processo di valorizzazione, concordando con l’Area Organizzativa III il calendario delle aperture pubbliche dei rifugi antiaerei nel numero tassativo massimo previsto dal manuale d’uso di Piazza Vittorio Emanuele II. Sono state individuate l’Area Organizzativa VII quale soggetto incaricato per il coordinamento delle attività di fruizione dei rifugi antiaerei e l’Area Organizzativa III, in qualità di soggetto responsabile della manutenzione completa dell’opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.