Foto www.europaquotidiano.it
Foto www.europaquotidiano.it

Martedì, ore 21:06

(foto in alto di www.eventi.langhe.net)

Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina.
(Agostino d’Ippona noto anche come Sant’Agostino)

E’ proprio vero amico, chi non viaggia vede solo pochissime pagine. Ma perché questo mio titolo e questa mia INTRO?
Semplicemente perché non scrivo da tempo qui al Monopoli Times e volevo descriverti il motivo.

Ero in giro per vedere le bellezze che il Mondo (leggasi CALCIO) ha da offrirci.

E quindi ti racconto di come Anass Achahbar, Maximilian Arnold e Anwar El Ghazi, mi hanno stregato. (se clicchi sui rispettivi nomi puoi vedere dei video di recenti roboanti prestazioni)

I primi 2 classe ’94, mentre El Ghazi (Ajax) addirittura classe ’95.
(Achahbar, Feyenoord – Arnold, Wolfsburg)

3 giovani calciatori ed 1 parola in comune: FENOMENI

E’ vero che potrebbe sembrare esagerata la mia affermazione, ma ti invito (se non l’hai fatto) a cliccare sopra sui rispettivi nomi. (ci sono dei loro video) Dopo, se vuoi, clicca su GOOGLE (lo conosci vero?) e digita i loro nomi. Poi CERCA.
Vedrai come già molte squadre sono alla loro ricerca.
Ti annuncio una cosa: ci sono anche squadre italiane.

Ad esempio, Arnold (il tedesco) è già considerato in patria il NUOVO OZIL. Anzi, lo mettono a metà strada tra Ozil e Reus. Per cominciare da paragoni di poco conto diciamo.
Ha in effetti le caratteristiche dell’uno (genialità nelle giocate – Ozil) e dell’altro (una capacità di accentrarsi e esplodere il tiro tipici di Marco Reus).

El Ghazi ha la tipica andatura dell’ala, ma capace anche di accentrarsi ed andare al tiro. Assomiglia al primo Cristiano Ronaldo. Ricordi quando giocava spesso a sinistra? Bene. Ha quelle caratteristiche, anche molto forte fisicamente.
Tra le righe: non dico sarà il nuovo CR7, ma gli assomiglia come giocate.

E Achahbar? Ha fatto cose meravigliose nelle giovanili. Ora lo paragonano già al Robin nazionale (Van Persie).
E se vedi i gol che ha realizzato nell’ultima partita contro il PSV (capoclassifica) di certo non possiamo dar torto (quel paragone SEMBRA AZZECCATO).
2 gol in perfetto stile Van Persie.

Ovviamente non sono di certo qui solo per parlarti di 3 infanti del calcio (anche se prodigio).
Sono qui soprattutto per parlarti del mio passaggio che mi ha portato dapprima a Dortmund e poi direttamente al Principato di Monaco 😛

Un viaggio chiamato SOGNO CHAMPIONS

Bene, non ci vuole un tifoso juventino per capire fin dall’inizio dove voglio andare a parare.
Se passo da Dortmund a Monaco (in Francia) è come dire passare dagli ottavi ai quarti di finale di Champions. E qui si parla di Juventus. Ma credo soprattutto si parli di Italia.

C’è un’opportunità per questa Italia messa maluccio negli ultimi anni, di tornare a sperare in qualcosa di importante per quanto riguarda l’Europa.

(Ora, se dall’altra parte c’è il tipico anti-juventino – cerca ANTI-JUVENTINO qui o in altri articoli in cui ne ho parlato, magari sul mio BLOG – probabilmente starai pensando peste e corna di me e starai scongiurando che la Juventus esca già con i francesi. UN CONSIGLIO: Non farlo)

E quando dico QUALCOSA DI IMPORTANTE di certo non mi riferisco alla vittoria finale.
Infatti ti faccio una domanda:

Da quanto l’Italia manca dalle semifinali di Champions League?

Bene, non andare alla ricerca se non ti viene al volo.
Si tratta dell’Inter che nel 2010 ha anche vinto la Competizione con Mourinho.
(ecco sono sicuro che se è rimasto qualche interista che legge l’articolo, ora si sta esprimendo in tutta la propria goduria pensando ai famosi ricordi 😀 un consiglio? GODITELI – è una battuta simpatica, accettala)

Ora c’è la Juventus (in Champions) ed obiettivamente ha tutte le carte in regola per passare il turno.
Certo, poi Bayern, Barcellona, e Real sono ben altra cosa. PSG che è ancora in corsa (col Barca) è leggermente superiore ma si può battere diciamo.
Direi però che Atletico e Porto sono alla portata di questa Juventus (come il Monaco francese).

E se parlo di questa Juve mi riferisco a quella di Dortmund e quella di Torino con i rivali tedeschi.

Passando da Torino a Dortmund il risultato non cambia, anzi… CRESCE a dismisura

Molti hanno parlato di un Borussia diverso. Ma ha cambiato solo 2 giocatori (fondamentali si) rispetto alla squadra che ha fatto la finale di Champions 2 anni fa. E che faceva sfaceli in campo nazionale ed internazionale col suo gioco dirompente. (ed a tratti lo fa ancora)
Ma ha sempre giocatori temibilissimi che comunque hanno portato a termine il proprio GIRONE di Champions al primo posto.
Non facilissimo con avversari come Arsenal, Anderlecht e Galatasaray.

Inoltre considera che la Champions a questo punto è a scontri diretti. E in questi casi i cavalli pazzi dei giocatori di Jurgen Klopp potrebbero giocarsela con chiunque. (si, anche in queste condizioni psico-fisiche)

Ma il MURO JUVENTINO gli ha impedito anche minimamente di essere pericolosi.
Una barriera difensiva che, se si comportasse così anche nel proseguo, non nego che si potrebbero fare dei pensierini a qualcosa di più importante di una semplice semifinale.

A proposito, ti è piaciuta più la partita di Morata e Tevez o dell’assetto difensivo juventino tra andata e ritorno?
Sarà che io impazzisco per l’aspetto tattico di una partita, ma la capacità di tutta la squadra di chiudere gli spazi ai tedeschi mi è piaciuta da pazzi.
Ricorda che il Dortmund tra andata e ritorno ha fatto solo 2 tiri in porta (ed 1 gol).
Di cui 1 dei 2 tiri (il gol dell’andata) per un infortunio di Chiellini che è scivolato.

Gli Agnelli contro il PRINCIPE

E ora la situazione è questa. La famiglia Agnelli sfida il Principe di Monaco. Anzi no, sfida il riccone russo che possiede la società (ma son dettagli).
Ora la Juventus DEVE mettercela tutta per passare il turno, altrimenti la prestazione con i tedeschi sarà valsa a nulla.
E diciamocelo: questa squadra è una squadra discreta, con ottimi giocatori (Kondogbia è un amico fin dalle giovanili francesi di Pogba – giocavano fianco a fianco nel centrocampo) ma nulla a che vedere con la Juventus attuale.

Ma bisogna stare attenti e mai sottovalutare l’avversario, MAI.

Viva il Calcio, viva la Champions League

Il Mastro

P.S. Qual è la coppia che sta facendo divertire lo Stadium?
Ovviamente la risposta è semplice. Tevez-Morata.
Ormai Morata ha già scalzato Llorente nelle gerarchie, sia nella Juventus che nella nazionale spagnola (è di pochi giorni fa il suo esordio da titolare come PRIMA PUNTA con tanto di gol annesso).

Ma se dovessi chiederti qual è la coppia che quest’anno (2014-15) sta facendo divertire tutta Italia cosa ti viene in mente?
Non hai idea? Hai detto “Tevez-Morata”, no secondo il Mastro no.
Hai detto “Higuain-Gabbiadini”? No, ancora no.
Posso solo dirti che anche in termini fantacalcistici (se ne sei un amante) sta facendo innamorare tutti gli amanti del calcio.

Se vuoi sapere di chi sto parlando dei cliccare QUI. Ci vediamo sul mio blog.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.