Delitto di Pordenone: spunta il ritrovamento di una pistola

Mercoledì, ore 17:24

 

Pare che sia stata ritrovata nel bagagliaio dell’autovettura

Nonostante ci sia stretto riserbo sulla vicenda e, ieri pomeriggio, i RIS sono tornati sul luogo del delitto, una notizia sarebbe trapelata sul mistero che avvolge la morte del 29enne Trifone Ragone (di cui oggi si stanno celebrando le esequie ad Adelfia) e della sua compagna di vita Teresa Costanza: si tratterebbe del ritrovamento di una pistola nel bagagliaio dell’autovettura all’interno della quale sono stati trucidati all’esterno del Palazzetto dello Sport di Pordenone.

Al momento, non è dato sapere se l’arma (probabilmente riconducibile a quella d’ordinanza del giovane) sia stata trovata nell’immediato o in un secondo momento, ma si suppone che Trifone la portasse con sé per difesa personale; se così fosse, però, la pistola non si sarebbe dovuta trovare nel cruscotto piuttosto che nel bagagliaio?

Fatto sta che gli inquirenti continuano a scavare nelle vite delle due vittime: entrambi pare avessero una doppia vita per “arrotondare”; come riportato dalle note trasmissioni televisive nazionali, mentre lei con lo pseudonimo di Greta si dilettasse in pole dance, lui invece con il nome di Luca Bari pare facesse serate.

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.