Improvvisi lavori a Palazzo di Città

Lavori a Palazzo di città

Mercoledì, ore 13:35

In occasione della “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”, antichi gonfaloni posizionati in due teche

Questa mattina, alcune maestranze erano all’opera nel corridoio antistante la Sala Consiliare “Ignazio Perricci” a Palazzo di Città per la sistemazione degli antichi gonfaloni della Città di Monopoli – recentemente oggetto di restauro – all’interno di due teche separate.

L’iniziativa è stata presa dall’attuale Amministrazione Comunale, in occasione della “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” celebrata lo scorso 17 marzo in occasione del 154esimo anniversario dell’Unità d’Italia, durante la quale la facciata di ingresso del Municipio è stata illuminata con un fascio di luci tricolori

I due gonfaloni, in tessuto biancoverde del XX secolo, facevano parte delle collezioni civiche monopolitane ed erano conservati in pessime condizioni presso il Comando di Polizia Municipale. Grazie all’interessamento del Maresciallo Michele Lafronza del Comando di Polizia Locale di Monopoli, sono stati sottoposti ad un attento e minuzioso restauro da parte della Prof.ssa Monica Cannillo, docente specializzata in restauro tessile presso l’Istituto d’Arte “Luigi Russo”, la quale ha prestato la sua attività gratuitamente.

In particolare, si tratta di un gonfalone risalente agli anni cinquanta con l’indicazione “Comune di Monopoli” e del primo gonfalone realizzato negli anni settanta in seguito al Decreto del Presidente della Repubblica del 1972 che conferiva a Monopoli il titolo di Città e la medaglia d’argento al Merito Civile per l’altissimo spirito di civismo e di solidarietà dimostrati in occasione dell’incendio sviluppatosi sulla nave passeggeri “Heleanna” il 28 agosto 1971.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.