2Mercoledì, ore 12:59

 

Si fa più intensa la collaborazione tra Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e ANCE Puglia, alla ricerca una strategia condivisa per prevenire i fenomeni di estorsione e usura ai danni degli imprenditori edili del barese, portati tristemente alla luce da recenti operazioni concluse dall’Arma con l’arresto di numerosi esponenti della criminalità mafiosa locale.

La delegazione ANCE Puglia, capeggiata dal Presidente Domenico De Bartolomeo, sarà ricevuta dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bari, Colonnello Rosario Castello, che illustrerà compiti e struttura dell’Arma nelle Province di Bari e BAT. Prevista anche una breve visita alla Centrale Operativa del 112, dove sono attestati i collegamenti in videoallarme antirapina degli imprenditori che ne hanno fatto richiesta secondo quanto previsto dal Protocollo stipulato tra il Ministero dell’Interno e le principali associazioni di categoria.

Tutelare l’imprenditoria, ed in particolare quella edile, è senz’altro un obiettivo primario del Comando Provinciale di Bari che, solo nell’ultimo mese, nel corso di due blitz antiracket coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, ha arrestato 16 soggetti risultati vicini a potenti clan mafiosi baresi, che avevano stretto nella loro morsa diversi imprenditori del luogo.

Le denunce degli imprenditori sono l’elemento primario necessario per uscire dalla morsa della criminalità organizzata e l’incontro di oggi mira a creare una maggiore sensibilità sull’argomento da parte degli operatori del settore edile.

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.