Martedì, ore 07:59

Nelle prime ore di stamane, ad Andria (BT), la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, in carcere e ai domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di quattordici persone, ritenute responsabili, a vario titolo, del reato di cui agli artt. 73 e 74 del DPR 309/90 e porto e detenzione di armi da guerra.
L’attività investigativa, avviata dal Commissariato di P.S. di Andria e dalla Squadra Mobile, svolta nell’ambito del contrasto al traffico e alla commercializzazione di sostanze stupefacenti, supportata da attività tecniche e dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, ha evidenziato una fiorente attività di spaccio gestita, in una delle piazze principali di quella città, da due distinte organizzazioni criminali, la prima dedita alla cessione di cocaina e la seconda di marijuana, entrambe capaci di fornire sostanze stupefacenti a consumatori locali e dei paesi limitrofi.
Nel corso delle indagini, le attività di riscontro hanno consentito di arrestare, in flagranza di reato, alcuni pusher delle due distinte organizzazioni e di sequestrare 1.5 chilogrammi di marijuana, 1 chilo di cocaina, nonché un fucile mitragliatore AK47 kalashnikov.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.