Venerdì, ore 09:22

 

 

 

A Carnevale ogni scherzo vale, ma quando c’è di mezzo la salute delle persone, non c’è tanto da scherzare. Proprio nel periodo di Carnevale è stato ulteriormente intensificata l’attività di controllo delle Fiamme Gialle finalizzata alla tutela della sicurezza dei consumatori e alla difesa dei marchi dei prodotti in commercio.

Interventi mirati sono stati eseguiti presso mercati rionali ed attività commerciali all’ingrosso ed al minuto siti nelle due Province di Bari e di Bat, pervenendo a numerosi sequestri nei Comuni di Bari, Barletta, Andria, Molfetta, Terlizzi, Santeramo in Colle, Rutigliano, Modugno, Adelfia, Gioia del Colle, Turi, Casamassima, Alberobello, Monopoli, Conversano e Bitritto.

Altri interventi si sono estesi in area portuale, ove con l’Agenzia delle Dogane sono stati sequestrati altri giocattoli di produzione cinese che sarebbero stati immessi sul mercato nazionale.

In particolare, sono stati complessivamente sottratti al mercato illegale 280.000 articoli privi dei requisiti minimi di sicurezza, per la gran parte cosmetici, bigiotteria, giocattoli, maschere e vestiti di carnevale, privi di marchio “CE”, delle informazioni previste dalla legge, o delle  indicazioni in lingua italiana.

Si tratta di merce di pessima qualità, fabbricata o contenente componenti palesemente pericolose, soprattutto per i bambini.

Due titolari di punti vendita sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria di Bari, mentre altri 20 sono stati segnalati in via amministrativa alla Camera di Commercio di Bari per  violazioni inerenti alla sicurezza dei giocattoli (D.Lgs 54/2011) ed il Codice del Consumo (D.Lgs 206/2005) con multe che possono arrivare fino a 25 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.