griglia metallica marciapiedi (3) scasciamacchia-bosso rMartedì, ore 00:30

 

 

 

Giovedì 19 febbraio p.v. alle ore 21,00 nel Cinema Vittoria di Monopoli concerto-evento per gli “Amici della Musica-O.Fiume” dedicato al grande jazz.

 

Si esibirà il

 

GIOVANNI SCASCIAMACCHIA TRIO

 

Giovanni SCASCIAMACCHIA Batteria

Alfonso DEIDDA Pianoforte

Aldo VIGORITO Contrabbasso

featuring

Fabrizio B O S S O Tromba

 

 

FABRIZIO  BOSSO

Inizia a suonare la tromba all’eta di 5 anni e a 15 si diploma al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 1999 vince il Top Jazz (referendum promosso dalla rivista Musica Jazz), come miglior nuovo talento.

Nel 2000 pubblica il primo disco a suo nome, Fast Flight. Nel 2002 esce il primo disco degli HIGH FIVE, Jazz For More, al quale ne seguiranno diversi altri per la prestigiosa Blue Note. Con gli HIGHFIVE registrerà anche Handful Of Soul, il disco che consacrerà al successo Mario Biondi.

E sempre con gli HIGH FIVE che suonerà per la prima volta con una propria formazione al Blue Note di Tokyo, dove tornerà spesso conquistandosi un vasto e appassionato pubblico.

Fin dall’inizio della sua carriera Fabrizio può vantare collaborazioni importanti come, fra i tanti, Gianni Basso, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Charlie Haden, Carla Bley.

Con Blue Note pubblicherà nel 2007 uno dei suoi dischi più importanti,You’ve Changed, in quartetto e 13 archi, magistralmente arrangiati da Paolo Silvestri, con alcuni ospiti come Stefano Di Battista, Bebo Ferra, Dianne Reeves e Sergio Cammariere, al quale deve l’ingresso nel mondo del pop e la sua prima apparizione al Festival di Sanremo.

Sempre con la storica etichetta pubblicherà anche il primo disco della formazione che condivide con Javier Girotto, nata nel 2006, il sestetto LATIN MOOD, Sol. Seguirà poi nel 2012 Vamos, pubblicato con Schema Records. Dopo 10 anni, nel 2009, vince nuovamente il top jazz con il disco Stunt, in duo con Antonello Salis, pubblicato da Parco Della Musica Records. L’anno seguente vince ancora, ma come miglior trombettista. Nel 2010 pubblica Spiritual, con Alberto Marsico e

Alessandro Minetto. Con loro pubblichera la seconda opera, Purple, nel 2013, per l’etichetta Verve/Universal.

Nel 2011 un altro punto di svolta, la registrazione dell’album Enchantment – l’incantesimo di Nino Rota con la London Symphony Orchestra e la ritmica di Claudio Filippini, Rosario Bonaccorso e Lorenzo Tucci. Gli arrangiamenti e la direzione sono di Stefano Fonzi.

A un anno di distanza esce il disco Face To Face, per Abeat Record, in duo con il fisarmonicista Luciano Biondini. Nel frattempo molte sono le partecipazioni a Festival importanti come Umbria Jazz, Vicenza Jazz Festival, Roma Jazz Festival e molti altri e anche in numerosi festival all’estero. Pure molte sono le collaborazioni a diversi progetti cross over (come “Uomini in Frac” dedicato a Domenico Modugno e “Memorie di Adriano”, dedicato al repertorio di Celentano) e anche interdisciplinari con IL SORPASSO, sonorizzazione dal vivo di un montaggio di immagini tratte dal capolavoro di Dino Risi, con Luca Mannutza, Luca Bulgarelli e Lorenzo Tucci, o SHADOWS, un omaggio a Chet Baker con Julian Oliver Mazzariello al piano e Massimo Popolizio voce recitante.

Negli anni partecipa ancora a Sanremo sia con Sergio Cammariere che con Simona Molinari, Raphael Gualazzi e Nina Zilli, con la quale realizzerà nell’estate 2013 il tour WE LOVE YOU, dedicato al repertorioSoul..

Nel 2014 porta a Tokyo “Purple” a Maggio al Blue Note, e a Settembre ancora in Giappone ma con una nuova formazione che vede Julian Oliver Mazzariello, Luca Alemanno e Nicola Angelucci, in un tour che tocca oltre Tokyo anche Osaka e Kumamoto. A Giugno è invitato ad eseguire la Swing Symphony di Wynton Marsalis all’Auditorium Parco della Musica con la direzione di Wayne Marshall.

E’ a settembre che incide TANDEM, l’atteso disco in duo con Julian Oliver Mazzariello, in uscita per VERVE/Universal i primi di Novembre. Nell’album due ospiti d’eccezione, a voler riaffermare il legamedel trombettista con la canzone d’autore: Fiorella Mannoia e Fabio Concato.

 

GIOVANNI SCASCIAMACCHIA

Batterista compositore, nasce a Bernalda (MT) nel 1977.

La sua formazione da “autodidatta” avviene negli anni attraverso l’ascolto attento della musica, soprattutto quella dei Grandi del Jazz.

Sarà proprio la grandezza e la bellezza di questo genere che lo porterà ad esprimere pienamente il suo talento. Ha collaborato e collabora con Steve Grossman, Dado Moroni, Giovanni Amato, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, i fratelli Deidda, i fratelli Scannapieco, Andrea Pozza, Michele Hendricks, Renato Chicco, Pietro Lussu, Emanuele Cisi, Max Ionata, Marco Tamburini, Roberto Tarenzi, Michael Rosen, Guido Di Leone e tanti altri.

Discografia:

2014 “GIOVANNI SCASCIAMACCHIA QUARTET with ALFONSO DEIDDA, ANDREA POZZA, ALDO VIGORITO”.

2014 “GIOVANNI SCASCIAMACCHIA RAG TRIO feat ROSARIO GIULIANI & ALDO VIGORITO”.

2014 “EPOCA” Onofrio Paciulli with Rosario Giuliani & Fabrizio Bosso.

2014 “VOYAGE” Giovanni Cafaro Quintet with String. “THE DUKE” Vibeguitar Quartet.

2013 “THE RAINBOW” Giovanni Amato – trumpet & flugelhorn, Gaetano Partipilo – alto & soprano sax, Pietro Lussu – piano, Giuseppe Bassi – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums. “HOPE” Fabrizio Bosso – trumpet, Roberto Tarenzi – piano, Aldo Vigorito – bass, Giovanni

Scasciamacchia – drums. “STANDARDS ON GUITAR VOL 2” Guido Di Leone Quartet. “PALMA” The Smitherson Jazz with Guido Di Leone.

2012 “FREEDOM” Rosario Giuliani – sax alto, Dado Moroni – piano, Tommaso Scannapieco – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums.

2011 “INSTANT” Fabrizio Bosso – trumpet, Alfonso Deidda – piano, Dario Deidda – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums.

2010 “RISING” Jerry Popolo – tenor & soprano sax, Ettore Crucci – piano, Marco Panascia – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums.

2009 “GUARDANDOTI” Daniele Scannapieco – tenor & soprano sax, Michele Di Martino – piano, Tommaso Scannapieco – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums. “ONE DAY” Fabrizio Bosso – trumpet, Giulio Martino – tenor sax, Ettore Carucci – piano, Marco Ganascia – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums. “MIRIAM” Gianfranco Menzella Quartet special guest Fabrizio Bosso. “IN THE SKY” Marco Lopomo Sextet. “PORTRAIT OF SWING” Cosimo Maragno Quartet.

“MY ROOTS” Alfredo Di Martino – accordi on-piano, Alfonso Deidda – piano-alto sax-flute, Tommaso Scannapieco – bass, Giovanni Scasciamacchia – drums. 2007 “JAZZ FOR LOUIS” Giovanni Amato – trumpet & flugelhorn, Alfonso Deidda – piano, Tommaso Scannapieco

  • bass, Giovanni Scasciamacchia – drums.

 

ALFONSO DEIDDA

Classe 1970, è figlio e fratello d’arte. Dopo la maturità si diploma in Saxofono presso il Conservatorio di Musica di Salerno, svolgendo parallelamente un’intensa attività di concertista jazz in Italia principalmente come altosassofonista, esibendosi spesso anche come flautista, pianista, tastierista e percussionista. Si diploma con lode in Musica Jazz presso il Conservatorio di Musica di Napoli, sotto la guida prima del M° Bruno Tommaso e poi del M° Pietro Condorelli. Ha collaborato

con numerosi jazzisti fra cui Mike Stern, Billy Cobham, Peter Erskine, Tom Harrel, Jimmy Owens, Lester Bowie, Famoudu Don Moye, Ronnie Cuber, Michel Petrucciani, Mulgrew Miller, Ben Sidran, Carl Anderson, Carl Allen.

Nel circuito nazionale si è esibito spesso accanto ad artisti italiani come Romano Mussolini, Renzo Arbore, Giovanni Tommaso, Boltro, Maurizio Giammarco, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Gianni Sanjust, Umberto Fiorentino, Antonio Farao, Danilo Rea, giusto per citarne alcuni oltre ai tanti musicisti salernitani che da anni figurano tra i migliori in Italia (e non solo).

Nel 2005 ha vinto il prestigioso premio “Antonio Balsamo”. Da qualche anno ha fondato una propria band, denominata “Cuban Stories”, dalle connotazioni più propriamente latin jazz proponendo un repertorio basato su sue composizioni.

Il primo cd lo ha realizzato con la “Groove Master Edition”. Nel 2007 ha partecipato per

la EMI UK alla realizzazione del disco “La Passione” dell’artista londinese Alfie Boe, come flautista e clarinettista nella prestigiosa Royal Philarmonic Orchestra. Nel 2001 ha partecipato al soundtrack del film “Alla rivoluzione sulla due cavalli”, del regista Maurizio Sciarra, collaborando con l’autore Lele Marchitelli. Nel 2005 altra soundtrack: il film e “Quale amore” per la regia sempre di Sciarra, autore Marchitelli.

Dal 2005 collabora come docente presso il conservatorio statale di Salerno tenendo corsi di Teoria e pratica dell’improvvisazione jazz.

Nel 2006 ha tenuto una masterclass sulla musica latin jazz e dei corsi di improvvisazione jazz presso il Birmingham Conservatoire (UK).

In curriculum non mancano la partecipazioni a trasmissioni radio e tv come sassofonista e tastierista: da “1,2,3…buon anno” (sulle tre reti Rai) nel’91 alla sigla di testa di “Festa di classe” (Raidue) nel ‘99 e di “Notte Mediterranea” (Raidue) nel 2004. Nel 2004-2005 ha fatto parte

della compagnia dell’Ambra Jovinelli nello spettacolo teatrale intitolato “Jovinelli Varieta”.

 

ALDO VIGORITO

E’ nato a Salerno nel 1958. Ha studiato a Roma al conservatorio di Santa Cecilia con i Maestri Franco Petracchi e Federico Rossi.

Jazzisticamente si è formato alla scuola del Saint Louis di Roma, ed attraverso seminari e workshop con Riccardo Del Fra, Palle Danielson, Bruno Tommaso, Bruno Biriaco, Amedeo Tommasi, Enrico Pieranunzi.

Numerose le sue collaborazioni con musicisti vari: Eivind Aarset, Gary Bartz, Stefano Battaglia, Gianni Basso, Francesco Bearzatti, George Benson, Flavio Boltro, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Lester Bowie, Giulio Capiozzo, George Cables, Philippe Caterine, Eddie Daniels, Buddy De Franco, Irio De Paula, Peter Erskine, Antonio Farao, Claudio Fasoli, Bruce Forman, Paolo Fresu, Richard Galliano, Roberta Gambarini, Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Rosario Giuliani,

Javier Girotto, Benny Golson, Miles Griffith, Tom Harrell, Vincent Herring, Pat La Barbera, Kirk Lightsey, Arto Lindsay, Joe Lovano, Joe Magnarelli, Rita Marcotulli, Virginia Mayhew, Helen Merrill, Roscoe Mitchell, Dado Moroni, Bob Mover, Don Moye, Maria Neckham, Judy Niemack, Walter Norris, Jimmy Owens, Enrico Pieranunzi, Jeremy Pelt, Dave Sanborn, Jim Snidero, Valery Ponomarev,Enrico Rava, Vanessa Rubin, Tony Scott, Baba Sissoko, Solis String Quartet, Gary Smulian, Peggy Stern, Lew Tabackin, Chihiro Yamanaka, Adrienne West, Larry Willis, Eliot Zigmund e tanti altri.

Nel 2010 e 2011 è stato menzionato tra i migliori contrabbassisti italiani dalla rivista Musica jazz.

Discografia selezionata:

Come leader:

“Do it”, Ariston Milano 1990

“Napolitania” Wide Sound Nepezzano (TE) 2002 Come co-leader:

Trio di Salerno “Cantabile” Via Veneto Jazz, Roma 2008

Trio di Salerno “Luna nuova” Itinera 2010 Top 100 dell’anno 2011 (Jazzit) e disco consigliato da Musica jazz

Zurzolo Pieranunzi Moye Vigorito Capone “Back to smile” Itinera2008.

Aarset, Bosso, Bearzatti, Martux-M, Vigorito “About a Silent way” Itinera-Musica jazz 2009, Top 5 CD dell’anno 2010 (Musica Jazz).

Numerose collaborazioni discografiche, con Daniele Sepe, Carla Marciano, Baba Sissoko, Roscoe Mitchell, Don Moye, Enrico Pieranunzi, Marco Zurzolo, Pino Jodice, Emanuele Cisi, Francesco Nastro, Francesco D’Errico e tanti altri per oltre 50 titoli.

E’ docente di contrabbasso jazz al Conservatorio “G Martucci” di Salerno.

 

Porta ore 20,30 – Sipario ore 21.00

Ingesso. Posto unico €. 10,00

 

Per informazioni.

 

Artesuono –  Pz. S.Antonio 34 Monopoli  – Tel./Fax 080 9372978

Associazione Amici della Musica “Orazio Fiume”  – Tel. 368.3718174

• Fax 080 2142402

www.amicimusicamonopoli.com   –  amicimusicamonopoli@libero.it

 

Abbonamenti e Biglietti Online

www.amicimusicamonopoli.com

(Visa-Mastercard e prepagate)

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.