Questo slideshow richiede JavaScript.

Sabato, ore 17:28

Attraversare Parigi, immergersi nella vita elegante dei Boulevard, inseguire il profumo dei croissant e delle baguette appena sfornate, perdersi nei grandi magazzini Lafayette, ma soprattutto avere la bellezza a portata di mano. Un viaggio entusiasmante per gli alunni delle classi IV e V del Liceo Artistico- IISS “Luigi Russo” e per i docenti accompagnatori.

La capitale della Francia, per molti la città più bella del mondo, non ha deluso gli alunni degli indirizzi “Audiovisivo e Multimediale”, “Design” e “Architettura e Ambiente”.

In realtà il viaggio di istruzione ha avuto inizio prima ancora di imbarcarsi in aereo. Oggetto di attenzione, l’architettura dell’aeroporto Karol Wojtyla stesso con il logo dal titolo “Orizzonti” dell’artista formalista greco, Stephen Antonakos.

Interessante sì, ma Parigi! Ha incantato tutti. Ogni angolo ha rivelato piacevoli scoperte e l’atmosfera è stata frizzante, non solo per la temperatura.

Tanti passi messi, di notte e di giorno. Quasi scortati dalla svettante Tour Eiffel, la passeggiata notturna in centro, lungo la Senna, si è conclusa  dinanzi alla cattedrale di Notre Dame, illuminata a giorno. Imponente, elegante, suggestiva fa bella mostra di sé con i suoi tre enormi portali, le innumerevoli sculture, il rosone, le grandi finestre ogivali, le guglie, gli archi rampanti. Si materializza sotto gli occhi il libro di storia dell’arte, così tante volte sfogliato e studiato. Ma la realtà è un’altra cosa!

Tappe immancabili per un viaggio all’insegna dell’arte sono stati i Musei di Parigi. Il Museo d’Orsay che ospita numerosissimi capolavori impressionisti e post impressionisti è esso stesso un’opera d’arte perché cela, ad occhio esperto, lo scheletro della vecchia stazione d’Orsay, restaurata dall’architetto italiano Gae Aulenti. Il Louvre, maestoso nel cuore di Parigi, lascia senza parole, dal suo ingresso principale dove è visibile la piramide di vetro inaugurata nel 1989, opera di Ieoh Ming Pei, alle ingenti collezioni che è possibile ammirare, molte delle quali provenienti dall’Italia. Parigi offre la possibilità di attraversare la storia dell’arte, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Soffermarsi sullo stile neoclassico dell’Arc de Triomphe du Carrousell o sullo stile eclettico dell’Opéra Garnier, rimanere esterrefatti dai colori caleidoscopici delle vetrate gotiche della Sainte Chapelle, edificata nella metà del XIII secolo da Luigi IX, o ritrovarsi ad ammirare le linee neo-romaniche delle bianche cupole della Basilica del Sacro Cuore. Parigi è questo, ma è anche il paesaggio mozzafiato dalla sommità di Montmartre, è perdersi nella vita parigina della collina amata dagli artisti e in quella più mondana del Marais. Quanta bellezza negli occhi e emozioni da riportare a casa!

Prof.ssa Laura Turi


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.