Mercoledì, ore 15:24

All’epoca dei fatti ricopriva il ruolo di Assessore presso il Comune di Monopoli

La sentenza di primo grado del 23 gennaio scorso, emessa dal Giudice della Prima Sezione Penale Collegiale del Tribunale di Bari, assolve con formula piena (assoluzione per non aver commesso il fattoperché il fatto non sussiste o non costituisce reato, n.d.r.)  il monopolitano Paolo Fiume (oggi attivista nella lista Patto con la Città) – all’epoca Assessore presso il Comune di Monopoli – dalle accuse di associazione a delinquere, di abusivo esercizio della professione veterinaria, di peculato, di concussione, di favoreggiamento e di riciclaggio.

A comunicarlo, questa mattina, alla nostra redazione presso la sede di Patto con la Città è lo stesso ex Consigliere Comunale (Giunta Romani 2008-2013), che ci annuncia l’intenzione di organizzare una conferenza stampa ad hoc (tra tre mesi circa) sull’argomento, con documenti alla mano, dal mandato d’arresto all’arresto, dal dibattimento in aula alle trentacinque udienze ed all’arringa del Pubblico Ministero per raccontare il calvario vissuto che è durato ben nove lunghi anni.

Era l’ormai lontano 2006, «quando seppur fossi in infortunio da un anno e mezzo, facessi parte di un’associazione (quasi tutti sono stati assolti), fui arrestato e trattenuto nel Carcere di Bari per diciotto giorni – racconta Paolo Fiume – la mia prigionia psicologica, tuttavia, è proseguita sino al giorno dell’udienza. Si tratta dell’ennesimo esempio di giustizia non giustizia, del cattivo funzionamento del sistema giudiziario che ha impiegato nove anni solo per il primo grado di giudizio, durante i quali mi ha seguito il defunto Francesco Brienza dello Studio De Pascale: un avvocato in gamba, che mi ha messo a mio agio e mi ha risolto tutte le situazioni».

 

 

 

 


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.