Bombe carta all’ingresso dell’abitazione di un sorvegliato speciale

Mercoledì, ore 07:45

I carabinieri della Compagnia di Molfetta hanno arrestato un 55enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile di accensioni ed esplosioni pericolose, danneggiamento, detenzione abusiva di armi, e detenzione di sostanze stupefacenti. L’uomo è ritenuto responsabile di aver collocato e fatto esplodere per ben due volte, il 2 giugno dello scorso anno e il 2 febbraio scorso,  una bomba carta di fabbricazione artigianale dinanzi la porta di ingresso dell’abitazione di un sorvegliato speciale 50enne del luogo danneggiando la struttura esterna dell’entrata.

Le indagini dei militari hanno consentito di identificare l’uomo e di effettuare una perquisizione all’interno della sua abitazione nel corso della quale gli operanti hanno trovato un ordigno con caratteristiche analoghe a quelli esplosi che aveva nascosto nel mobile della cucina. L’ordigno è stato sottoposto a sequestro unitamente a una cartuccia calibro 9, 30 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e confezionamento della sostanza.

Tratto in arresto l’uomo su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.