Lunedì, ore 16:13

Questo 2 febbraio, “u lïón s’ha fàtte â sàrce”

“U lïón s’ha fàtte â sàrce” (il leone si è fatto le scorte di fascina di legname, perchè pensa ad un lungo inverno) e per i prossimi quaranta giorni ed altrettante notti continuerà a fare freddo.

L’antico detto in rigoroso dialetto monopolitano tramandato dalle nostre nonne, infatti, fa fede al noto proverbio, che recita “Per la santa Candelora O che nevichi o che plora, Dell’inverno siamo fuora; S’egli è sole o solicelloSiamo ancora a mezzo il verno”, strettamente connesso al giorno della Candelora – in cui si benedicono le candele – la festa della Purificazione di Maria Vergine, avvenuta quaranta giorni dopo la nascita di Gesù, e la festa della Presentazione di Gesù al tempio.

Quest’oggi, spuntando con i suoi luminosi raggi, il sole non ha fatto altro che allungare l’invernata.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.