Giornata della memoria al “Luigi Russo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mercoledì, ore 23:11

Anche quest’anno la comunità scolastica dell’IISS “Luigi Russo” – Liceo Artistico, Liceo Musicale e IPSIAM “San Francesco da Paola” – ha celebrato la giornata della memoria cercando di proporre agli studenti non una semplice commemorazione, ma due momenti culturali di grande efficacia formativa, in linea con lo spirito della legge N. 211 del 20 luglio 2000, che ha istituito questa giornata. Nelle due sedi di via Procaccia e di via Cesare Beccaria gli studenti si sono ritrovati a vivere due momenti diversi, accomunati da un comune denominatore: ricordare la drammatica esperienza dello sterminio degli ebrei durante la II guerra mondiale.
Presso la sede dell’IPSIAM gli alunni sono stati coinvolti in un’interessante conferenza, tenuta dalla prof.ssa Angela Poli, esperta in cultura e lingua yiddish, che ha focalizzato l’attenzione non solo sul dramma degli ebrei, ma anche su tutti quegli stereotipi dell’odio che nascondono dietro la paura dell’altro, del diverso, dello straniero, drammatiche forme di violenza ed emarginazione. Il dramma della deportazione non è lontano da noi, ha attraversato l’Italia e la nostra Puglia, come testimoniano le poco note Casa rossa di Alberobello, il macello di Manfredonia e l’antico pastificio di Gioia del Colle. L’odio verso gli ebrei è un odio che ha radici antiche, è un odio che si fonda su pregiudizi. Capire questo significa fare una “memoria attiva”, una memoria che impara dal passato affinché tragedie del genere non accadano nuovamente. La mattinata di riflessione e memoria si è conclusa per gli alunni dell’IPSIAM con la visione di due film che hanno permesso di approfondire l’argomento.
Presso l’Auditorium del Liceo Artistico e Musicale “Luigi Russo”, invece, gli alunni si sono ritrovati a condividere e riflettere su testi e musiche incentrati sul tema della shoah. Gli alunni e i docenti del Liceo Musicale hanno presentato uno spettacolo di musiche e parole intitolato: “BRUNDIBAR … e altre storie”, un momento di riflessione sull’olocausto raccontato attraverso la forza evocativa della musica. BRUNDIBAR, infatti, è il titolo di un’operina per ragazzi scritta nel campo di concentramento di Terezin e ivi più volte rappresentata in occasione delle ispezioni della Croce Rossa internazionale fino al 1943. Attraverso il racconto dei due piccoli protagonisti, viene raccontata la sconfitta e l’allontanamento del cattivo suonatore di organetto Brundibar; la metafora sottesa alla vicenda (il bene che vince sul male) è sostenuta da una musica di forte impronta novecentesca di una piccola orchestra da camera. Dell’opera è stato eseguito, in forma di concerto, un ampio stralcio integrato con letture e musiche concentrazionarie di raro ascolto a cura di solisti, coro e orchestra del Liceo Musicale “Luigi Russo”. Il concerto proposto agli studenti del Liceo durante la mattinata, è stato presentato al pubblico in un appuntamento serale e verrà replicato presso l’Auditorium della V. Sofo il 4 febbraio, presso l’Auditorium del Liceo artistico e musicale “Luigi Russo” per gli studenti dell’IPSIAM il 5 febbraio, presso l’Auditorium del Polo Liceale il 6 febbraio e presso l’Auditorium della Sarnelli-De Donato di Polignano a Mare il 9 febbraio.

Prof.ssa Laura Turi


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.