Lunedì, ore 10:22

Replica alla “contestazione” di PD e Monopoli 5 Stelle

All’indomani delle dichiarazioni del Capogruppo del Partito Democratico Michele Suma (pubblicate dalla nostra redazione nell’articolo “Aree blu: Suma tira una frecciata al Sindaco”), alle quali si aggiungerebbero i commenti dell’Associazione Monopoli 5 Stelle, il Sindaco Emilio Romani e l’Assessore allo Sviluppo Economico Giuseppe Campanelli hanno inteso replicare.

 

«“Velocizzare” la sosta di auto, favorendo il giro senza penalizzare gli automobilisti ed eliminando la sosta improduttiva» è la “sfida” dell’attuale Amministrazione Comunale con l’individuazione di nuove aree di sosta a pagamento nel centro cittadino, disposta con Delibera di Giunta Comunale n. 219 dell’11 dicembre 2014.

«È un principio che gran parte degli Enti Comunali italiani hanno adottato – giustificano – anche vicinissimi a Monopoli, nell’ottica di una regolarizzazione del traffico. Fa specie che forze politiche come il Partito Democratico o il Movimento 5Stelle contestino un provvedimento che essi stessi hanno adottato o contribuito a mantenere nelle città che governano (pensiamo, giusto per fare qualche esempio, a Bari o Parma con orari ininterrotti rispetto a Monopoli)».

«Anzi – proseguono Romani e Campanelli all’unisono – proprio a Livorno, Comune a 5Stelle, dallo scorso 1° ottobre sono state aumentate le aree blu con l’obiettivo di andare incontro alle attività commerciali, incentivando la rotazione delle auto dei clienti in sosta. Piuttosto, il Comune di Monopoli nel prevedere le nuove aree blu ha rispettato non solo una sentenza della Cassazione che ha stabilito che nei centri urbani, accanto a ogni parcheggio a pagamento si devono posizionare dei parcheggi gratuiti (a strisce bianche), ma anche una circolare del 2012 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha introdotto il concetto di “Immediate vicinanze” ovvero su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, una adeguata area deve essere destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta».

Fatto sta che la percentuale di aree blu previste a Monopoli sarebbe  «nettamente inferiore al limite del 50% previsto dalla legge. Principio – ribattono – che non ci sembra che in altre realtà sia stato rispettato visto che spesso si trovano aree blu su entrambi i lati della carreggiata. Si prenda il caso di Bari (maggioranza Pd) dove dal 2007 nel centro murattiano sono letteralmente scomparsi i parcheggi liberi».


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.