Capannone industriale diventa una discarica

IMG-20150121-WA0004

Venerdì, ore 07:55

Padre e figlio denunciati dai Carabinieri

Nel corso di un mirato servizio di controllo del territorio condotto dai Carabinieri della Compagnia di Altamura, in collaborazione con i militari del NOE di Bari, finalizzato alla prevenzione dei reati in materia ambientale, un 44enne del luogo e suo figlio di 27, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Bari, con l’accusa di attività di gestione di rifiuti non pericolosi non autorizzata.

Lungo la strada provinciale che collega la città murgiana a Laterza, gli operanti hanno scoperto un capannone industriale, con annesso terreno vasto circa 20 mila mq, adibito ad area di stoccaggio per rifiuti non pericolosi, quali polpa di sansa denocciolata per uso biogas e pollina, provenienti da aziende agricole, il tutto senza alcuna autorizzazione provinciale ed iscrizione all’albo dei gestori di rifiuti. L’intera area è stata poi posta sotto sequestro.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.