Giovedì, ore 13:47

15 farmacie di cui 3 nell’agro. L’iter sarà perfezionato dalla Regione Puglia

Nell’ambito del procedimento complesso di revisione ordinaria del piano (pianta organica) delle farmacie di Monopoli, nella seduta dello scorso 21 gennaio la Giunta Comunale ha approvato la nuova individuazione e localizzazione delle sedi farmaceutiche con conseguente adeguamento dei perimetri delle stesse.

Sul territorio comunale restano confermate 15 farmacie. In particolare, 12 farmacie, di cui 2 di nuova istituzione (Contrada Conchia e Nord Baione) sono localizzate nel centro urbano e nella contermine periferia e 3 farmacie sono localizzate nell’agro (Contrada Cozzana, Contrada L’Assunta e Contrada Antonelli).

Tale soluzione corrisponde all’ipotesi definita dal Comune di Monopoli già dallo scorso marzo 2014 e non portata in approvazione dietro espressa richiesta della Regione Puglia motivata dall’esigenza di completare il concorso regionale di assegnazione nuove sedei ad oggi ancora in itinere. La soluzione comunale è stata lo scorso 18 dicembre 2014 invocata dal Tar Bari nelle motivazioni dell’Ordinanza n. 759/2014, emanata in seguito al ricorso del dott. Antonio Losito contro il mancato accoglimento della richiesta di spostamento della sede farmaceutica n. 6 in zona decentrata di Monopoli. I giudici amministrativi nell’accogliere l’istanza cautelare hanno preso atto e riconosciuto che la soluzione proposta dal Comune e il 21 gennaio approvata dalla Giunta, “incontra, a pieno e meglio delle altre allo studio, l’interesse pubblico preminente di una equilibrata distribuzione del servizio farmaceutico sul territorio e al contempo ed in via incidentale riesce ad assecondare anche l’esigenza del dott. Losito”

 

Il provvedimento sarà ora trasmesso alla Regione Puglia per il perfezionamento dell’iter procedimentale incluso ogni adempimento connesso alla eventuale definizione della istanza del dott. Antonio Losito come istanza di decentramento.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.