Controllo del territorio: cinque arresti ed altrettante denunce

Mercoledì, ore 07:23

Recuperata una BMW utilizzata per compiere rapine

Si è concluso con 5 arresti in flagranza di reato e 5 denunce un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Bari nel capoluogo pugliese ed effettuato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Compagnia di Bari San Paolo. L’attività è finalizzata a garantire la sicurezza dei quartieri cittadini ed a contrastare la piaga dei reati predatori. In particolare:

I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 28enne del quartiere Madonnella, sorpreso in via Valona dopo aver forzato il cofano di una Fiat Panda ed asportato la batteria, poi restituita al legittimo proprietario.

Tre sorvegliati speciali, di 56, 42 e 30 anni,  ed un detenuto agli arresti domiciliari di 48anni, invece, sono stati arrestati, in differenti circostanze, poiché trovati nella flagranza della violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione a cui erano sottoposti, mentre il detenuto ai domiciliari è stato sorpreso fuori della propria abitazione e dovrà rispondere del reato di evasione.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari i cinque arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima;

I Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo, invece, hanno deferito in stato di libertà, cinque persone. Un 26enne del quartiere San Paolo e un 23enne del quartiere Libertà sono stati sorpresi alla guida dei rispettivi motocicli senza essere in possesso della prescritta patente di guida, poiché mai conseguita. I due dovranno rispondere di guida senza patente. Entrambi i veicoli sono stati sottoposti a fermo amministrativo.

Un 60enne del luogo, invece, è stato deferito in stato di libertà per furto. Sul suo conto sono stati raccolti gravi indizi di reità in ordine ad un furto di pedane il legno commesso presso un supermercato di una zona commerciale.

Infine un 24enne, sorvegliato speciale del luogo e un senegalese 27enne domiciliato presso il c.a.r.a. dovranno rispondere entrambi di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, poiché non hanno ottemperato all’obbligo di presentazione alla p.g. e, il solo sorvegliato, dovrà rispondere anche della violazione degli obblighi imposti.

All’interno di un parcheggio condominiale del quartiere San Girolamo, i militari hanno rinvenuto e sequestrato una BMW 535, con targhe contraffatte, provento di rapina commessa lo scorso dicembre a Conversano, al cui interno sono stati rinvenuti 3 radio portatili, guanti ed attrezzi atti allo scasso, una fiamma ossidrica, nonché una lastra d’acciaio posta a protezione dei sedili posteriori. Sul veicolo e su quanto rinvenuto sono in corso accertamenti da parte dei militari della Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo di Bari, volte a stabilire l’eventuale coinvolgimento in eventi criminosi.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.