Lotta ai furti di rame: altro maxi sequestro della Polizia

Venerdì, ore 07:56

Prosegue pressante la lotta contro i furti di rame in Puglia; ieri un altro maxi-sequestro della Polizia di Stato: recuperate 15 t. di rame di provenienza Enel e Telecom Italia nel sud barese.

Continua pressante il controllo sul territorio finalizzato ad individuare i ladri di rame, nel corso delle verifiche ad alto impatto preordinate dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise
Ieri personale dipendente, nel corso dell’attività investigativa finalizzata a individuare gli autori degli episodi delittuosi nonché i ricettatori del materiale trafugato, eseguiva un controllo ad una ditta di materiale ferroso in agro di Castellana Grotte (BA).
All’interno del deposito veniva effettuata un’accurata verifica e tra i vari materiali accatastati erano rinvenuti kg. 15.450, di cavi elettrici e telefonici, riconducibili alle società Enel e Telecom Italia, per i quali, il gestore del deposito, non era in grado di giustificarne il possesso; il materiale veniva sottoposto a sequestro penale, mentre il titolare era deferito in stato di libertà all’A.G. per il reato di ricettazione.
Anche in relazione agli ultimi furti rame che hanno interessato la rete ferroviaria, determinando disagi nella regolarità dei trasporti, proseguirà intensa l’attività di prevenzione e contrasto ai furti di rame organizzata dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise in sinergia con la Questura di Bari.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.