Venerdì, ore 07:03

Una prolungata attività investigativa ha permesso ai Carabinieri della Stazione di Noci, di rinvenire tre tele, già catalogate e tutelate dal Ministero dei Beni Culturali, e numerosi oggetti sacri, asportati da ignoti malfattori, nello scorso mese di settembre, dalla chiesetta rupestre “San Giuseppe”, collocata nel complesso rustico “Giordano  Don Marcellino”. Individuata, in agro di MartinaFranca (TA), un abitazione rurale, di pertinenza di un 39enne sottoposto agli arresti domiciliari, sospettata di essere il deposito di opere d’arte e oggetti trafugati, hanno effettuato una perquisizione, rinvenendo, in una stalla dismessa attigua all’abitazione, una tela raffigurante “San Francesco Da Paola”, risalente al sec. XVII e due tavole raffiguranti “San Paolo” e “San Pietro”, risalenti alla seconda metà del sec. XV, nonché numerosi oggetti sacri, tutto risultato trafugato dalla citata chiesetta.

Al termine dell’operazione, i Carabinieri hanno sottoposto a sequestro le opere d’arte rinvenute e denunciato in stato libertà, alla competente Procura della Repubblica di Taranto il detenuto agli arresti domiciliari, il quale dovrà rispondere di ricettazione e inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.