Nevicata record a Monopoli. Partita la conta dei danni. LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mercoledì, ore 09:45

Gli ultimi fiocchi ventotto anni fa

Questa mattina, nell’ultimo dell’anno 2014, i monopolitani si sono svegliati ammirando l’amata Monopoli imbiancata da un incantevole soffice manto di neve.

LE FOTO PIU’ SUGGESTIVE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nonostante l’arrivo del “Burian” (vento gelido proveniente dalla Russia) fosse stato preannunciato con largo anticipo, a distanza di ventotto anni, quando gli ultimi fiocchi di neve caddero copiosi nell’ormai lontano 1986, la città di Monopoli – che, per molte sfaccettature, da allora ha cambiato volto – si è lasciata cogliere pressoché impreparata.

IMG-20141231-WA0019Dopo l’improvvisa nevicata abbattutasi in prima serata, infatti, è intorno alle 23:30 circa che ha ripreso a nevicare; la bufera di neve è stata incessante per tutta la notte: le basse temperature rimaste costanti nelle ore notturne, mentre nell’agro monopolitano hanno favorito il depositarsi di quasi mezzo metro di neve, nel centro abitato, il manto di neve è risultato essere di venti centimetri circa.

A subire i maggiori disagi è la viabilità: mentre sono in azione i mezzi spazzaneve dell’Ecologica Pugliese e della Medico Group e gli esercenti spalano la neve davanti alle proprie attività commerciali (come il macellaio Graziano Recchia in Piazza XX Settembre), soltanto alcune autovetture sono provviste di catene a bordo; difficoltoso risulta perciò il transito dei veicoli che ne risultano sprovvisti, specialmente di coloro i quali si sono dovuti recare a lavoro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Palo divelto in Largo Portavecchia - Foto Paola Calabretto
Palo divelto in Largo Portavecchia – Foto Paola Calabretto

Nel frattempo che, come accade in un film di Natale, le piazze cittadine si popolano di giovani e famiglie intenti a realizzare i classici pupazzi di neve, numerose segnalazioni giungono al Nucleo della Protezione Civile del Comando di Polizia Municipale di Monopoli e a quello dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Monopoli: come ad esempio alcune riguardanti Largo Portavecchia, dove un palo della pubblica illuminazione si è staccato dalla base corrosa dalla ruggine e rischia perciò di precipitare al suolo.

Così come nel giardino dell’edificio ex sede della scuola elementare “G. Modugno” di via Procaccia ed in Piazza Lyss, anche in Piazza Vittorio Emanuele II e nella Villa Comunale, il carico di neve ha spezzato alcuni rami di alberi: due cavi dell’alta tensione sono pericolosamente ceduti, mentre una ramaglia è finito sul cofano anteriore di un’autovettura in sosta, senza fortunatamente mietere vittime.

Questo slideshow richiede JavaScript.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.