Furto di rame dal capannone in disuso. Un arresto

Giovedì, ore 07:59

Stava caricando cavi elettrici in rame appena sfilati dall’impianto elettrico di un capannone in disuso e per questo è finito ai “domiciliari”. Dorà difendersi dall’accusa di tentato furto aggravato, un pregiudicato 39enne di Trani, arrestato a Barletta dai Carabinieri della locale Compagnia.
I militari dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di una pattuglia, in transito per via Callano, hanno notato un individuo, poi identificato nel 39enne, che stava caricando dei cavi elettrici nel cofano della sua vettura.
L’ispezione dei luoghi ha permesso accertare come l’uomo, introdottosi nel capannone, aveva sfilato i cavi dal quadro elettrico, per un peso complessivo di un quintale. Sul posto sono stati rinvenute anche una scala, una tenaglia e una grossa forbice, poi sottoposte a sequestro.
Tratto in arresto, l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
La refurtiva, invece, è stata restituita al legittimo proprietario.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.