Una mattinata d’arte e storia

Lunedì, ore 07:23

Il legame tra l’IISS “Luigi Russo” e il FAI si fa sempre più forte. Dopo la coinvolgente esperienza delle giornate Fai di Primavera dello scorso mese di marzo, quando, in veste di professionali Ciceroni, gli studenti del Liceo Artistico hanno guidato e gestito un flusso di oltre 10.000 visitatori per le stanze degli storici palazzi Palmieri e Martinelli di Monopoli, durante le “Mattinate FAI per le scuole” sono stati loro ad essere guidati in un’interessante visita del fortino di Sant’Antonio a Bari dagli “Apprendisti Ciceroni” dell’Istituto Marco Polo di Bari.
Il FAI si impegna costantemente in un’azione di promozione e valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano e cerca di sensibilizzare, con numerose iniziative, soprattutto le giovani generazioni. L’IISS “Luigi Russo” non può che rispondere con entusiasmo a queste occasioni formative che permettono agli studenti di vivere la conoscenza come un’esperienza coinvolgente. Martedì 25 novembre le classi I e II M del Liceo Musicale e III B e III D del Liceo Artistico hanno potuto visitare il fortino di Sant’Antonio, testimonianza dell’architettura difensiva della città di Bari, torre di avvistamento e baluardo contro le pericolose incursioni dal mare.
Dall’architettura difensiva all’architettura sacra, la città di Bari offre un patrimonio storico-artistico e architettonico incredibile. Durante la mattinata, attraversando le strade di Bari vecchia, gli alunni hanno potuto sfogliare un libro di storia dell’arte. È stata un’insolita lezione sul romanico, quella tenuta dalla docente di Storia dell’arte, Anna Maria Pellegrini, e indubbiamente agli studenti è piaciuta molto. Visitare la basilica di San Nicola e la cattedrale di San Sabino, approfondire le vicende storico-artistiche, studiare dal vivo l’architettura romanica, interessarsi alle curiosità dei vicoli e mescolarsi ai fedeli in pellegrinaggio a San Nicola, rende tutto più emozionante e difficile da dimenticare.

Prof.ssa Laura Turi


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.