Maxi sequestro di tonno rosso

Venerdì, ore 07:58

A seguito di un’accurata attività di indagine, effettuata tramite i sistemi informativi e di monitoraggio e controllo delle Capitanerie di porto e finalizzata alla repressione della pesca illegale del tonno rosso, pregiata specie ittica soggetta a rigorosa protezione comunitaria ed internazionale, il personale militare specializzato del 6° Centro di Controllo Area Pesca, congiuntamente a personale militare della Capitaneria di Gallipoli e dell’Ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca, alle prime luci dell’alba, ha proceduto ad eseguire accurate verifiche ed ispezioni a bordo di due unità da pesca appartenenti alla marineria siciliana.
Il controllo ha portato al sequestro penale di 871 esemplari di tonno rosso sotto misura per un peso complessivo di circa 2.500 kg. Gli esemplari di tonno rosso sono stati pescati in violazione delle vigenti norme che prevedono un contingentamento della cattura trattandosi di una specie rara e pregiata. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per un importo di 24.000 euro ed è stata applicata la prevista sanzione sulla licenza di pesca ai comandanti delle unità.
Gli esemplari di tonno rosso posti sotto sequestro di cui ne è stata accertata la commestibilità, a seguito di apposita visita da parte di medici veterinari dell’ASL, sono stati dati in beneficenza, su disposizione del magistrato di turno, agli enti caritatevoli presenti sul territorio.
Le azioni di controllo, lungo l’intero litorale pugliese, continueranno anche nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.