Primarie centrosinistra: Manisporche apre il “nodo” di Monopoli

Sabato, ore 00:00

Appuntamento a sabato 22 novembre alle ore 12

Sabato 22 novembre alle ore 12,00 il Movimento “manisporche” apre il “NODO” di Monopoli a sostegno della candidatura di GUGLIELMO MINERVINI per le Primarie del centro sinistra che si terranno domenica 30 novembre prossimo.
I cittadini di Monopoli e chiunque altro sia interessato potranno ricevere dettagliate informazioni presso la sede sita in via Ricasoli 36, che sarà aperta tutti i giorni dalle 18,30.

Il 30 novembre i cittadini sono chiamati, attraverso le primarie, ad eleggere il candidato del centro sinistra alle elezioni per la presidenza della Regione Puglia che si terranno nella primavera del 2015. Tre sono i candidati in lizza: Guglielmo Minervini, Michele Emiliano e Dario Stefàno.
A Monopoli il Movimento “manisporche” ha deciso di sostenere Guglielmo Minervini e la sua idea di Puglia.

“Manisporche” invita i monopolitani e i pugliesi a votare Guglielmo Minervini usando le stesse parole del comunicato di sostegno pubblicato due giorni fa dagli amici delle due liste civiche bitontine “Città Democratica” e “Progetto Comune”, oggi al governo della città insieme al Sindaco Michele Abbaticchio.

«…La posta in gioco è enorme. Il Governo della Regione Puglia degli ultimi dieci anni ha ottenuto buoni risultati facendo salire credibilità e indice di gradimento della nostra terra dentro e fuori di essa, ma c’è ancora molto da fare per garantire un ricambio della leadership politica e una decisa impennata sui temi della sanità e dell’ambiente.

Da qui la scelta di impegnarci direttamente, per le strade, tra la gente, a scrivere, parlare, progettare, spiegare la Puglia di oggi e quella che vogliamo. Senza le mediazioni e gli accordi di segreteria, per superare l’attuale inerzia tanto cara a chi in queste primarie ha interesse a “non smuovere ciò che è calmo e calmare ciò che s’agita” al fine di preservarsi e conservarsi come classe politica.

Non sono primarie di Partito, ma di un popolo, per progettare e costruire una Puglia migliore:

– che tuteli e promuova il suo paesaggio come bene culturale comune, difendendolo da speculazioni d’ogni sorta;
– che continui a investire in cultura, dove hanno brillato le stelle del cinema, della musica, del teatro;
– che creda nella scuola pubblica (ricordate Diritti a Scuola?);
– che sappia continuare a sostenere la creatività e l’innovazione, fino a farne matrice di una stagione di sviluppo economico, che spinga contro la corrente pessimistico fatalistica della crisi;
– che sappia promuovere a sistema l’ondata positiva del turismo degli ultimi anni, senza compromettere l’identità di una terra antica e che d’antico deve continuare a profumare;
– che accetti la sfida di trasformare la propria agricoltura (processo questo già avviato), lanciando il made in Puglia di olio, vino e tanti altri prodotti;
– che completi il processo di collegamento col mondo, attraverso una fitta rete di trasporti moderna ed efficiente, ma che promuova una mobilità interna nuova, alternativa, ciclistica e pedonale;
– che prenda a cuore il destino dei propri giovani, vero tesoro nelle nostre mani, che non dobbiamo dissipare, investendo concretamente sui talenti veri, garantendo un ascensore sociale che nel resto d’Italia non si vede ancora.
Siamo convinti che Guglielmo Minervini, per la sua storia, il suo impegno politico e sociale, per la sua azione da amministratore, sia a livello locale che regionale, in periodi socio economici particolarmente critici e complessi, sia il candidato più adatto a condurre la Puglia in questa direzione in una fase storica così ardua ma feconda di opportunità.
Manisporche, considerata la propria storia, la propria sensibilità politica, i propri riferimenti culturali e valoriali, ha sempre guardato a Guglielmo Minervini con grande stima e apprezzamento. Unico a smuovere, in queste primarie, le acque stagnanti di un centro sinistra guardingo più che mai, forte del consenso nazionale vantato da sondaggi e rilevazioni, che tuttavia vedono i cittadini distanti e assenti alla partecipazione politica…».


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.