Recuperato prezioso denario in argento di epoca romana

DSC_0087Venerdì, ore 00:29

 

Era oggetto di cessione per la vendita a diverse case d’asta

 

Un prezioso denario in argento del periodo della guerra civile (91-87 a.C.) autentico e di assoluta rarità è stato recuperato dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri di Bari, al termine di un’articolata indagine (coordinata dal Sost. Proc. Dr. Marcello Quercia della Procura della Repubblica di Bari) eseguita in un’attività di contrasto all’illecita esportazione e commercializzazione di beni archeologici provenienti da scavi clandestini, che ha portato alla restituzione del reperto alla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata.

Due soggetti sono così stati denunciati con l’accusa di ricettazione e per aver fatto trasferire all’estero il bene culturale senza attestato di libera circolazione o licenza di esportazione.

Difatti, attraverso una segnalazione pervenuta dall’Osservatorio per i Beni Numismatici di interesse archeologico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che aveva individuato un’asta online presso la Repubblica di San Marino, l’antica moneta era oggetto di cessione per la vendita a diverse case d’asta era di provenienza italiana.

La moneta pare che fosse stata ritrovata in uno scavo clandestino effettuato in provincia di Matera, nei pressi di Policoro, dove un tempo sorgeva l’antica città di Heraclea.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.