VIDEO – Via Molini: l’evidenza archeologica della vergogna

Giovedì, ore 15:39

I luoghi sono ricettacolo di rifiuti di ogni genere e sterpaglie

Spunta un cartello in via Molini | Via Molini: rinvenimento di straordinario interesse | Via Molini: l’evidenza archeologica non sarà sotterrata | 

Questo slideshow richiede JavaScript.

In questi giorni, nuovi cartelli compaiono congiuntamente ad un albero di Natale in via Molini a ridosso del cantiere insistente.

A quasi un anno dal rinvenimento archeologico (effettuato in via Molini nel gennaio scorso) «di un tratto di circa 50 m delle mura di cinta di età classica (V-IV sec. a. C.), realizzate con blocchi poderosi in tufo, lunghi fino a m 1,60» che, in un’intervista esclusiva rilasciata a “The Monopoli Times” e pubblicata il 17 febbraio scorso dalla nostra redazione, l’archeologa MiBAC dott.ssa Miranda Carrieri (Soprintendente ai Beni Culturali della Provincia di Bari) ha definito essere di “straordinario interesse”, infatti, non si è registrato ancora nessun intervento per garantirne l’adeguata valorizzazione.

Un pugno nell’occhio per la città turistica per eccellenza, nonostante le rassicurazioni dell’Assessore alle Contrade ed Infrastrutture Angelo Annese del 30 gennaio scorso, che ci avevano fatto stringere un nodo al fazzoletto affinchè la promessa dell’attuale Amministrazione Comunale fosse mantenuta.

Tuttavia, l’evidenza archeologica (di circa quattro metri) – riemersa con i lavori di sostituzione delle reti vetuste di fogna nera, da parte dell’Acquedotto Pugliese – è oggi ricettacolo di rifiuti di ogni genere e sterpaglie, divenendo motivo di vergogna piuttosto che di vanto per l’interesse storico ed archeologico che ricopre l’area.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.