Stefano Furlan rivive anche attraverso la tifoseria biancoverde

Venerdì, ore 17:21

La targa donata dalla Curva Nord a quella della Triestina

Lo scorso mese di giugno, la Curva Nord di Monopoli ha donato una targa alla Curva della Triestina in ricordo di Stefano Furlan, il tifoso deceduto dopo l’8 febbraio 1984 dopo un periodo di coma, causato dal ferimento da parte di un agente di polizia nel dopo-partita del match Coppa Italia tra Triestina ed Udinese.

Il 10 novembre scorso, Grido Libero (voce della Curva Furlan) ha pubblicato su facebook la foto del dono, che rappresenta un gesto che, al di là del risultato calcistico, così come l’iniziativa solidale nei confronti del piccolo tifoso della Salernitana, Armandino, nobilita l’animo dei tifosi biancoverdi.

Nell’era di internet, infatti, allorquando i ragazzi della curva della Triestina (una tifoseria, tra l’altro, con un certo blasone) avrebbero potuto inviare nei più disparati e banali modi il loro più sentito ringraziamento, hanno preferito farlo personalmente, venendo a Monopoli.

A distanza di trent’anni, così, la madre di Stefano torna a vivere l’esistenza dell’amato figlio grazie alla vicinanza delle tifoserie, che continuano a ricordare il Furlan, cui è intitolata la curva dello Stadio Comunale di Trieste.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.