Venerdì, ore 07:03

Per ben due volte in un mese hanno rapinato la stessa vittima, una prostituta romena 30enne che esercitava lungo la ss96 in contrada Mellitto. Si tratta di un 27enne e di un 31enne arrestati dai carabinieri della Stazione di Grumo Appula in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica, con le accuse di rapina e tentata rapina in concorso, lesioni personali aggravate mentre solo il 27enne dovrà anche rispondere di evasione e di violazione degli obblighi relativi alla sorveglianza speciale di PS.
Le indagini sono partite dalle dichiarazioni presentate ai carabinieri dalla donna la quale riferiva che per ben due volte, il 27 giugno e il 25 luglio scorsi, dopo essere stata avvicinata dai malfattori armati di un coltello da cucina veniva in una circostanza rapinata di 140 euro in contanti e del telefono cellulare mentre nell’altra riusciva, nonostante le avessero puntato il coltello alla gola, a disarmare i rapinatori ferendosi alla mano sinistra e mettendoli in fuga. Sulla base di quanto denunciato dalla vittima i carabinieri sono riusciti ad identificare i due accertando che il 27enne durante la commissione della prima rapina era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di PS mentre nel corso della tentata rapina del mese dopo avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari. Tratti in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 27enne è stato associato presso la locale casa circondariale mentre il complice collocato ai domiciliari.


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.