Il prof. Nicolò Carnimeo sarà ospite di naturalMENTE

Giovedì, ore 13:15

Inquinamento marittimo ed ecosistemi marini saranno i temi trattati mercoledì novembre alle ore 20:00 presso l’auditorium della Chiesa del Sacro Cuore a Monopoli

Sarà il noto docente di Diritto di Navigazione e dei Trasporti all’Università di Bari, collaboratore di importanti testate giornalistiche stampate e on line (La Stampa, Il Fatto Quotidiano, La Gazzetta del Mezzogiorno), redattore di autorevoli riviste specializzate come Limes, autore di libri per case editrici come Longanesi (“Nei mari dei pirati”), Giorgio Mondadori (“Montenegro, viaggio senza tempo” e “Le montagne del Mediterraneo”), nonchè appassionato ed esperto conoscitore del mare e navigatore a vela, Nicolò Carnimeo ad essere ospitato mercoledì 19 novembre alle ore 20:00 presso l’auditorium della Chiesa del Sacro Cuore a Monopoli, in occasione del prossimo appuntamento della campagna di sensibilizzazione, informazione ed educazione ambientale […e non solo] di naturalMENTE.

“Il nostro ospite – racconta il team – terrà una conversazione sul delicato tema dell’inquinamento marittimo e del triste stato di salute degli ecosistemi marini prendendo spunto dal suo ultimo libro, “Com’è profondo il mare”, uscito nel 2014 per Chiarelettere, nel quale racconta dei suoi viaggi, unendo osservazioni sul campo e dati scientifici, ragionando su un bene come il mare, sempre più minacciato dall’uomo. L’autore accompagnerà le parole con alcune preziose ed eloquenti immagini dei suoi viaggi”.

Difatti, emergerebbe un quadro allarmante, un mare meraviglioso eppure malato: e dire che il mare è ammalato significa dire che è minacciata la vita delle sue creature sue quanto la stessa esistenza del genere umano.

Quanta “plastica” può tollerare il nostro organismo? Quanto mercurio c’è nel pesce che mangiamo?

L’Adriatico è una discarica di tritolo? Perché meduse e alghe aliene invadono i nostri mari?

A queste domande pochi sanno rispondere, non vi è coscienza di quanto oggi accade nel mare, come e perché il Mediterraneo e gli oceani stiano mutando rapidamente sotto i nostri occhi inconsapevoli. Da qui nascono tre reportage che Carnimeo ha scritto navigando oltre le rotte convenzionali nel mare di plastica, nel mare di mercurio e nel mare di tritolo: un’immensa discarica, fotografia e conseguenza del modo in cui abbiamo

scelto di vivere. C’è però chi non ci sta a lasciare questa pesante eredità alle generazioni future.

“Data la rilevanza dell’evento – precisano dal movimento – siamo lieti di organizzare quest’incontro in collaborazione con la Libreria Mondadori-Chiarito e con altre associazioni e comitati particolarmente sensibili ai temi dell’ambiente quali WWF-Monopoli, Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori, Terra d’Egnazia, #Salvaiciclisti, Lega Navale Italiana Monopoli, Comitato No Petrolio/Si Energie Rinnovabili, Comitato MareLibero, Vela Club Monopoli”.

A fine serata sarà possibile degustare le prelibatezze culinarie, possibilmente in linea vegana o vegetariana, cortesemente offerte da chi sarà disposto a prepararle e condividerle con tutti i partecipanti. Si ricorda pertanto, a chiunque voglia prender parte al banchetto, di portare con se un piatto, un bicchiere e delle posate, così eviteremo di utilizzare quelle di plastica e di produrre rifiuti. Vi ringraziamo per la collaborazione!

“Ama e rispetta te stesso,

ama e rispetta il prossimo,

ama e rispetta la Madre Terra!

…semplicemente Ama e Rispetta!”

PASSA PAROLA!!!


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “The Monopoli Times” con il relativo URL www.monopolitimes.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.