Vito lillo

Giovedì, ore 07:00

Lillo: «un’altra beffa per la città di Monopoli»

Esclusiva: importanti novità per Sviluppo Economico, Semplificazione Amministrativa e Sport

ANCHE IN VERSIONE AUDIO GRATUITA

Grazie alla video-intervista rilasciata dall’Assessore allo Sviluppo Economico, Semplificazione Amministrativa con delega allo Sport Giuseppe Campanelli alla nostra redazione di “The Monopoli Times”, siamo venuti a conoscenza che la riapertura della piscina comunale di Monopoli sia ormai prossima: è infatti prevista per la prossima settimana.

Una notizia annunciata da una dichiarazione dell’Assessore Campanelli in cui ha approfondito l’argomento, abbandonandosi ad un breve excursus della vicenda, affermando: «gli avvoltoi che hanno girato intorno a questo cadavere hanno smesso di svolazzare».

Subito giunge il disappunto del Coordinatore cittadino del Nuovo Centro Destra di Monopoli, Vito Lillo che in una nota esprime tutta la sua contrarietà al modus operandi del Dirigente Calabrese nonché dello stesso Assessore: “Lo zelo del dirigente Calabrese nel chiedere la restituzione immediata (entro 7 giorni dalla sentenza) delle chiavi alla società ASD Monopoli ha di fatto chiuso la piscina comunale di Monopoli, almeno sino ad ora. L’intervento dell’assessore Giuseppe Campanelli non ha prodotto una rapida riapertura, si parlava di 7/10 giorni, purtroppo questo non è avvenuto. Noi del Nuovo Centrodestra di Monopoli crediamo che la gestione della situazione è stata piuttosto approssimativa, perché tutto questo disagio si poteva e doveva evitare”.

LA NOTA DEL NCD DI MONOPOLI

PISCINA COMUNALE: altra beffa per la città di Monopoli.

La piscina comunale è chiusa dal 28 febbraio 2014, giorno in cui la società sportiva ASD Monopoli ha consegnato le chiavi al comune di Monopoli, in sostanza da quel giorno c’è stata un’interruzione di un servizio pubblico.

La burocrazia ha fatto un’altra vittima, la società ASD Monopoli è stata dichiarata non vincitrice del bando perché ha pagato con leggero ritardo (meno di una settimana) la rata INAIL  di € 320,00 circa, questa situazione viene confermata anche dalla sentenza del lTAR, un’altra azienda monopolitana che non riesce a lavorare nella sua città.

Insieme ai dipendenti della società ASD vengono penalizzati anche gli sportivi che frequentavano la piscina e gli atleti che partecipavano alle varie competizioni provinciali, regionali e nazionali.

Non è nostra abitudine commentare le sentenze, però gli effetti generati si.

Abbiamo letto la sentenza e non abbiamo trovato scritto da nessuna parte che la società ASD Monopoli doveva consegnare immediatamente le chiavi al comune di Monopoli, il giudice si è guardato bene dal scrivere una simile richiesta perché era facile preventivare che avrebbe provocato un’interruzione del servizio pubblico per i fruitori della piscina.

Lo zelo del dirigente Calabrese nel chiedere la restituzione immediata (entro 7 giorni dalla sentenza) delle chiavi alla società ASD Monopoli ha di fatto chiuso la piscina comunale di Monopoli, almeno sino ad ora.

L’intervento dell’assessore Giuseppe Campanelli non ha prodotto una rapida riapertura, si parlava di 7/10 giorni, purtroppo questo non è avvenuto.

Noi del Nuovo Centrodestra di Monopoli crediamo che la gestione della situazione è stata piuttosto approssimativa, perché tutto questo disagio si poteva e doveva evitare.

Recepita la sentenza del TAR (ripeto senza obbligo di consegna delle chiavi al comune) gli organi preposti dovevano per prima cosa garantire la continuità del servizio pubblico, cosa abbastanza semplice se le due società ASD Monopoli (uscente) e S.S.D. Adriatika Nuovo (seconda classificata nel bando ed aggiudicataria dopo la sentenza) avessero gestito congiuntamente sino alla normale chiusura estiva, compito del dirigente Calabrese e dell’Assessore Campanelli doveva essere quello di creare i presupposti per tale soluzione.

Quando si svuotano gli impianti in pressione è sempre un incognita il ripristino degli stessi, anche l’idraulico più comune e con poca esperienza è a conoscenza di questo potenziale inconveniente.

Speriamo che il riempimento degli impianti non si fermi per problemi tecnici.

 

La nostra nota si conclude con una riflessione e nel contempo con una domanda: “Perché l’Ecologica Pugliese Srl continua ad operare senza aver firmato il contratto ed alla ASD Monopoli è stato intimato di sospendere subito le sue attività?”

Misteri di casa nostra.

 

Vito Lillo

Nuovo Centrodestra Monopoli

L’INTERVISTA ALL’ASSESSORE GIUSEPPE CAMPANELLI

)

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

3,672 Visite totali, 2 visite odierne