1958013_232581753593698_1572314406_n

Martedì, ore 23:49

Art Linos organizza un corso con l’ultimo maestro d’ascia, Vincenzo Saponaro

“L’arte del maestro d’ascia”, un corso teorico di base sarà tenuto dal docente, l’ultimo dei maestri d’ascia Vincenzo Saponaro, da venerdì 21 marzo 2014 presso la sede della Lega Navale di Monopoli.

In dieci lezioni serali da due ore ciascuna nelle giornate di martedì e venerdì dalle ore 19:00 alle ore 21:00, il corso che si incentrerà sugli elementi di costruzioni navali e che porterà i partecipanti (massimo quindici) ad apprendere nozioni, ma soprattutto conoscenze che difficilmente si apprenderebbero altrove (come anche a scuola) e che permetteranno di realizzare non soltanto disegni, ma anche una in vetroresina o compensato marino), è organizzato dall’Associazione Art Linos in collaborazione con la Lega Navale di Monopoli per non dimenticare gli antichi mestieri, far si che quello del maestro d’ascia non si perda come invece sta accadendo ed allo stesso tempo offrire un’opportunità diversa dal punto di vista lavorativo ai giovani.

Il corso che è stato rivolto anche agli studenti dell’IPSIAM “San Francesco da Paola” di Monopoli, infatti, potrebbe essere impiegato per ottenere un patentino di maestro d’ascia o per addentrarsi nel mondo del modellismo, oltre che ad altre opportunità impiegatizie.

I corsisti saranno perciò dotati di riga, squadra, curvilineo fisso e listello elastico per realizzare il proprio disegno in scala 1:10.

«Solitamente – ci racconta il maestro Saponaro, intervistato eccezionalmente per l’occasione – i progettisti si occupano della realizzazione del disegno in scala 1:100, mentre i tracciatori hanno il compito di realizzare l’imbarcazione a grandezza naturale all’interno della sala a tracciare di diversi metri di lunghezza. Dopo il disegno su un piano nero con diversi colori, dal bianco al rosso, al blu o al verde, si passa alla fase dello stampo, successivamente a quella della lucidatura e poi a sformare il guscio per infine realizzare la barca».

Un lavoro che ha dato lustro alla città di Monopoli che veniva visitata soprattutto dalle imbarcazioni delle vicine Albania e Grecia che si affidavano alla bravura dei nostri maestri d’ascia per la loro realizzazione o restauro: «un mestiere che si tramanda di generazione in generazione nella mia famiglia, sin dal lontano 1850 e divisosi tra Cala Batteria e Cala Fontanelle. Proprio cinque mesi fa – ha sottolineato il docente – ho contribuito alla realizzazione dell’ultimo motopeschereccio».

Per chi fosse interessato a partecipare a “L’arte del maestro d’ascia” che molto probabilmente a maggio prossimo proseguirà con una seconda parte“Elementi di costruzioni navali – Approccio professionale”, può scaricare il modulo di adesione, compilarlo e recarsi presso la sede della Lega Navale di Monopoli per la consegna.

MODULO D’ISCRIZIONE: https://docs.google.com/file/d/0B3J3E-PVlmPDUC1LbFY4OGNRMlk/edit

Per ulteriori info, contattare Associazione Culturale “Art linos” – Italy su Facebook

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

13,126 Visite totali, 2 visite odierne